Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

www.gransassolagapark.it

Prosciutto

Prosciutto
Prosciutto e cuore di paganica

La Storia
L'allevamento del maiale anche se meno noto rispetto all'allevamento ovi-caprino nell'area protetta, soprattutto in passato assumeva la sua importanza in quasi tutte le realtà rurali, poiché il maiale era il simbolo dell'abbondanza delle famiglie contadine. Il momento dell'uccisione del maiale chiamato "maialatura" avveniva all'arrivo dei primi freddi tra dicembre e gennaio, e rappresentava una festa che riuniva l'intera famiglia insieme a parenti e amici.
Il prosciutto è un taglio di carne dell'arto posteriore del maiale, volgarmente noto come coscia, è un prodotto stagionato dalla forma allungata, a pera, il colore all'interno è più o meno rosato, uniforme, orlato di grasso.
La storia del prosciutto in Abruzzo è assai antica e risale alla venuta dei longobardi dal nord, quando fu introdotto l'allevamento del maiale allo stato brado, data la ricchezza di boschi della regione. Diverse sono le tradizioni norcine abruzzesi ed ogni paese conserva ancora determinate preparazioni con ricette tramandate. Il prosciutto mantiene numerose sfumature soprattutto riguardo alla speziatura ed alla stagionatura.

Altre informazioni

I produttori segnalati
 Associazione produttori Salsiccia di Fegato AquilanaUgo De Paulis sas
Altri - Paganica (AQ)

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga