Vai alla home di Parks.it
Mappa interattiva
Mostratevi online ai lettori di Parks.it

Il Parco Nazionale alla terza edizione della Fiera Mediterranea del Cavallo

(Pantelleria, 05 Lug 21) Presentato il progetto di reintroduzione dell'asino pantesco del Parco Nazionale Isola di Pantelleria alla terza edizione della Fiera Mediterranea del Cavallo ospitata presso la tenuta di Ambelia lo scorso fine settimana. Alla manifestazione organizzata dalla Regione Siciliana con il supporto tecnico di Fieracavalli di Verona Pantelleria ha offerto una vetrina delle sue eccellenze naturalistiche: una rete sentieristica di 120 km da percorre in compagnia degli asini, una mobilità dolce e sostenibile. Il Parco Nazionale arricchisce così la sua offerta turistica e finalmente riporta sull'Isola questi splendidi esemplari.

"Il nostro progetto – spiega Carmine Vitale, geologo del Parco Nazionale Isola di Pantelleria – è quello di utilizzare l'asino pantesco lungo i 120 Km di rete sentieristica dell'Isola in modo tale che l'animale possa vivere e godere del suo naturale paesaggio in tutta sicurezza. Vorremmo allo stesso tempo potenziare i servizi ecosistemici del Parco Nazionale attraverso il potenziamento dell'escursionismo anche a dorso d'asino pantesco; per questo abbiamo coinvolto esperti anche nazionali. L'obiettivo è quello di offrire un servizio ecoturistico che inizia dalla porta est del Parco Nazionale, da Punta Spadillo, dove gli asini sono stati ricoverati in tutta sicurezza e dove i turisti li possono visitare e accarezzare. Da qui partono dei percorsi escursionistici che vanno verso l'interno dell'Isola fino alla zona del Gélfiser. Grazie a questo percorso esperienziale il Parco Nazionale aumenta la sua offerta turistica capace di soddisfare la crescente domanda sempre più attenta al rispetto per l'ambiente e la qualità e al contempo offriamo opportunità di destagionalizzazione."

Anche il Governatore Nello Musumeci ha visitato lo stand del Parco Nazionale."Restituiamo a Pantelleria l'animale simbolo che nella storia millenaria di questa straordinaria Isola  ha condiviso con l'uomo la sorte nel bene e nel male - ha dichiarato il Presidente - La Regione Sicilia è molto attenta agli equini e in particolare all'asino pantesco che stavamo per perdere per sempre. Abbiamo svolto un'operazione di recupero importate. Ora andiamo avanti su questa strada perché l'identità siciliana e l'identità pantesca passa anche attraverso il nostro amico a quattro zampe che vorremmo diffuso ovunque nell'Isola: nelle aziende agricole, negli agriturismi e nelle attività di chi ama gli animali". 

"Ambelia - spiega Michela Silvia, imprenditrice e rappresentante per Pantelleria dell'associazione Ecoitaliasolidale - è stata una bellissima occasione, non solo per promuovere il territorio della nostra Isola, ma soprattutto il "ritorno al passato" rappresentato dall'Asino Pantesco. Il progetto del Parco Nazionale di cui dall'associazione Ecoitalia Solidale è partner è molto importante. Infatti l'Ente organizzarà diverse iniziative che vedono protagonista  l'asino sia in ambito turisitco sia in un contesto sociale."

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale Isola di Pantelleria