Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

www.sibillini.net

I Parchi del Camoscio si aggiudicano il premio “Luisa Minazzi - Ambientalista dell’anno 2014”

Premiate le aree protette appenniniche che hanno contribuito alla salvaguardia di questo splendido ungulato salvato dall'estinzione

(Visso, 12 Dic 14) Il Parco nazionale dei Monti Sibillini e le altre quattro aree protette coinvolte nel progetto LIFE Coornata si sono aggiudicati il premio "Luisa Minazzi – Ambientalista dell'anno 2014". Il premio, indetto dalla rivista "La nuova ecologia" e giunto all'ottava edizione, è un ulteriore riconoscimento di quanto fatto negli ultimi anni da queste aree protette per la salvaguardia del camoscio appenninico, ungulato endemico delle nostre montagne salvato dal rischio estinzione.

Al premio, oltre ai Parchi del camoscio, hanno concorso altri sette candidati scelti da una giuria preliminare costituita da personalità di spicco dell'ambientalismo e del giornalismo ambientale. La parola è poi passata ai lettori de "La nuova ecologia" che hanno espresso le proprie preferenze decretando la vittoria dei Parchi del camoscio. Il premio, quindi, assume un valore particolare proprio perché scelto dai lettori e non da una giuria di tecnici.

E' il coronamento finale di un lungo percorso che il Parco dei Sibillini ha intrapreso insieme a Legambiente e alle aree protette abruzzesi della Majella, del Gran Sasso, del Sirente – Velino e dello storico Parco d'Abruzzo, realtà con cui si è creata una grande sinergia che ha costituito un vero e proprio valore aggiunto nell'avanzamento del progetto. La tutela di questo fantastico animale che oggi possiamo ammirare in quasi tutto l'Appennino centrale ha coinvolto tutto il mondo ambientalista, da quello associativo a quello istituzionale. Per questo meritano una menzione speciale ed un ringraziamento anche il Corpo Forestale dello Stato, che non ha mai fatto mancare il proprio fondamentale supporto, e il WWF che insieme al Club Alpino Italiano si spese per le prime reintroduzioni sul Gran Sasso ormai venti anni orsono.

Il riconoscimento rappresenta un ulteriore stimolo a portare avanti questa splendida esperienza nata con il Coornata, come più volte è stato ribadito dai soggetti interessati, in primis dal Parco dei Sibillini che garantirà il monitoraggio costante della specie e la gestione integrata dell'area faunistica del camoscio di Bolognola con quelle degli altri parchi coinvolti.

Il premio "Ambientalista dell'anno" è intitolato a Luisa Minazzi, l'attivista di Casale Monferrato scomparsa nel 2010 che si è battuta a lungo per i diritti delle persone esposte all'amianto. Ha l'obbiettivo di mettere in mostra le storie di quanti si impegnano nella società civile, nel mondo dell'impresa e nella pubblica amministrazione a favore dell'ambiente, del prossimo e della legalità. E' quindi un grande motivo di orgoglio, per il territorio e per quanti lavorano ed hanno lavorato con il Parco dei Sibillini, essere entrati a far parte di questo prestigioso albo d'oro. Il premio verrà conferito ai rappresentanti delle aree protette protagoniste il prossimo 18 dicembre a Casale Monferrato. 

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco Nazionale dei Monti Sibillini