Vai alla home di Parks.it

Il Parco Nazionale della Sila esprime la sua vicinanza al dott. Andrea Gennai, Responsabile del Servizio Tecnico del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise per il vile atto intimidatorio subito ieri

(Lorica di San Giovanni in Fiore, 02 Apr 19) Il Commissario Straordinario del Parco Nazionale della Sila, dott. Francesco Curcio, il Direttore f.f., il dott. Giuseppe Luzzi e tutto l'Ente esprimono la loro piena solidarietà e la loro vicinanza al dott. Andrea Gennai, Responsabile del Servizio Tecnico del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, per il gravissimo atto intimidatorio subito nella giornata di ieri.
Ignoti malfattori hanno nottetempo recapitato un macabro presente, lasciato sull'inferriata di recinzione del Centro Natura del Parco a Pescasseroli (AQ), indirizzato al dott. Gennai: una testa di agnello scuoiata e sanguinante accompagnata da un foglio contenente insulti e minacce, con espliciti riferimenti alle attività di repressione di abusi messe in atto dall'Ente.

Al dott. Gennai, Responsabile dell'ufficio direttamente impegnato nei procedimenti di controllo del territorio e repressione di abusi nel Parco d'Abruzzo, Lazio e Molise, giungano il sostegno incondizionato e la vicinanza dell'Ente Parco Nazionale della Sila per il gravissimo atto criminale subito: episodi del genere devono generare il forte sdegno delle comunità locali e delle istituzioni tutte, che hanno il dovere di manifestare piena condanna verso tali efferati gesti e porre ai margini della società civile tale stregua di criminali, che per puri e beceri interessi economici intendono distruggere l'inestimabile patrimonio paesaggistico e biologico rappresentato dai parchi nazionali.

L'augurio è che le forze dell'ordine, Carabinieri Forestali in primis, possano accertare e perseguire i responsabili di questo ignobile gesto di stampo prettamente mafioso.

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente Parco Nazionale della Sila