Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale dello Stelvio
Nationalpark Stilfserjoch

www.stelviopark.it

La Scalinata dei Larici Monumentali

A piedi         Elevato interesse: flora Elevato interesse: panorama 

    Informazioni presso il Centro Visitatori di Rabbi (TN)
    Tel. e Fax 0463/985190

    In Val di Rabbi, e più precisamente su uno scosceso versante che delimita il Prà di Saènt, è stato realizzato un percorso didattico-naturalistico che porta alla scoperta di una ventina di giganteschi larici secolari, eccezionalmente concentrati ad una quota di circa 2000 metri di altitudine, in una delle zone più suggestive del Parco Nazionale dello Stelvio conosciuta come uno dei regni della marmotta.
    Il progetto, battezzato "La Scalinata dei Larici Monumentali", si basa su un approccio emozionale-scientifico che dà a questi alberi quel ruolo di protagonisti della vita del parco finora riservato agli animali, testimoniando nel contempo il nuovo corso gestionale -inaugurato qualche anno fa con cui s'intende non solo proteggere il patrimonio rappresentato dall'area del parco, ma anche renderlo correttamente fruibile a un'ampia fascia di appassionati della montagna e della natura alpina.

    Ventitrè imponenti larici svettano con le loro forme curiose in alta Val Saènt lungo il percorso naturalistico-didattico "La scalinata dei larici monumentali", 700 scalini ottenuti con la sistemazione di pietre che si apre con una mappa dove sono indicate le tappe del suggestivo itinerario. I magnifici giganti verdi hanno scritto la loro storia nel tronco: il più alto sfiora i 40 metri, il più robusto ha una circonferenza del tronco di 5 metri, il più vecchio è giunto alla soglia del mezzo millennio. Il loro nome ne rivela la forma: è facile individuare lungo il percorso, che si conclude a Malga Vecia (1900 m), "Il dinosauro", "Due vite", "Il grande piede".


    Scalinata Larici Monumentali - Il grande arco
    Scalinata Larici Monumentali - Il grande arco
     
    share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
    © 2019 - Parco Nazionale dello Stelvio