Vai alla home di Parks.it

Farfalle: un patrimonio delle Alpi tra Biodiversità e Conservazione

Infanzia Primarie Medie Superiori Insegnanti Gruppi Altro
scuola superiore (secondaria 2° livello)

Le farfalle rispondono rapidamente ai cambiamenti ambientali, climatici o a livello di habitat, rispecchiando e anticipando le risposte di altre componenti della biodiversità. Possono infatti essere considerate ottime indicatrici dello stato di conservazione, degli ecosistemi terrestri e di variazioni climatiche.
Le loro risposte possono essere valutate, a seconda delle circostanze, sia a livello di comunità sia a livello di popolazione, focalizzando l'attenzione su singole specie target. L'Italia è caratterizzata da una comunità di lepidotteri tra le più ricche a livello europeo: sull'Arco Alpino in particolare le farfalle raggiungono valori estremamente elevati di ricchezza specifica ed è presente un buon numero di specie endemiche e con esigenze ecologiche ristrette. Conoscere è ilprimo passo per conservaree le attività di citizen science a questo riguardo possono aiutare notevolmente a comprendere la distribuzione delle specie e, se continuate sul lungo periodo, studiare i cambiamenti in atto. Attraverso l'utilizzo dell'appBMS (ButterflyMonitoringScheme) e di una guida all'identificazione delle specie dell'Arco Alpino costruita ad hoc dal ProgettoABLE (AssessingButterflies in Europe), saranno esplorati i principali metodi di campo per caratterizzare le farfalle delle diverse aree e per studiare l'ecologia delle specie. La classe sarà coinvolta in questo modo in un prestigioso progetto internazionale di raccolta dati che include 18 soggetti in 16 Stati europei, unendosi così a una delle più grandi reti scientifiche di cittadini, contribuendo alla conoscenza e conservazione dei lepidotteri.

Metodologia e tematiche

  • n. 1 incontro digitale della durata di 1h: "La Citizen Science e Il Progetto BMS per la raccolta dati sulle farfalle"
  • n. 1 incontro digitale della durata di 1h: "Guida al riconoscimento e all'identificazione delle specie italiane, con particolare riferimento alla fauna dell'Arco Alpino"
  • n. 1 uscita nei dintorni dell'Istituto della durata di mezza giornata: attività teorico-pratica per prendere confidenza con le principali specie di lepidotteri e per monitorare le comunità di farfalle attraverso la metodologia promossa da BMS e iNaturalist.

Prima degli incontri digitali si darà possibilità agli insegnanti di seguire online un approfondimento sugli argomenti trattati. Gli incontri digitali potranno essere sostituiti dalla presenza di un nostro operatore in aula appositamente allestita e in grado di garantire l'opportuno distanziamento.
Le classi verranno divise in due gruppi che si alterneranno nel lavoro esterno,con il supporto di n. 1 operatore e degli insegnanti; in questo modo si potrà alleggerire la classe e consentire un maggior distanziamento.

Periodo incontri digitali: da ottobre a marzo
uscite sul territorio: da aprile a giugno 

Per partecipare alle iniziative è necessario prenotarsi inviando una mail a info@coopvalgrande.it oppure chiamando al 330224528 o al 3478168559. 

Provincia: Verbano-Cusio-Ossola  Regione: Piemonte
Costi: € 280,00 + IVA a classe

Cattura di farfalle per attività di monitoraggio
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco Nazionale Val Grande