Vai alla home di Parks.it

Conclusa la 14.ma edizione della Scuola Italo-Russa di Formazione Avanzata in Scienze Ecologiche, Ambientali e Naturali

(S. Agata Militello, 11 Set 19) Con il seminario "Il Parco dei Nebrodi quale strumento di sviluppo del territorio" si è conclusa la 14.ma edizione della "Scuola Italo-Russa di Formazione Avanzata in Scienze Ecologiche, Ambientali e Naturali" denominata "Protected areas, their development and protection".
Alla scuola hanno partecipato studenti provenienti da Università russe (Mosca e Perm) ed italiane (Palermo e Viterbo, presente con un gruppo di studenti dell'Università della Tuscia).
Dopo un primo ciclo di lezioni laboratoriali, tenutesi presso l'Università degli Studi di Palermo, Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare, le attività si sono trasferite nel comprensorio dei Nebrodi, per permettere il sopralluogo nell'habitat del Parco.
Accolti presso la sede del Parco dal direttore Filippo Testagrossa, la comitiva ha successivamente visitato il sito preistorico della Grotta di San Teodoro ad  Acquedolci, in compagnia del Vice Sindaco Salvatore Oriti e del Presidente del Consiglio Valeria Rubuano.
Il trasferimento a Cesarò, ha permesso di conoscere Palazzo Zito, ma anche di visitare  i siti più suggestivi del Parco, come  il Lago Maulazzo e Monte Soro, per  apprezzare lo sviluppo della splendida faggeta e osservare i maestosi esemplari di  acero montano.
Svolto in conclusione il seminario, con le relazioni di Valerio Agnesi, Direttore dell'istituto Italo Russo di formazione e ricerche ecologiche con Giuliana Amorello e Tina Bua, che hanno curato il tutoraggio degli studenti, dedicando un ampio approfondimento alle iniziative di ricerca scientifica e promozione culturale che l'Ente Parco sta svolgendo in collaborazione con l'Istituto Italo-Russo di Formazione e Ricerche Ecologiche e con l'Università di Palermo.
Conclusione in seduta plenaria, con la cerimonia di consegna degli attestati presso la sede del Parco di Palazzo Zito alla presenza di Valentina Costantino, Sindaco di San Teodoro e di Salvatore Calì, Sindaco di Cesarò, nonché dell'Assessore Maria Karra con il Commissario del Parco dei Nebrodi Luca Ferlito.
Il Console Generale della Federazione Russa a Palermo, S.E. dr. Evgeny Panteleev purtroppo assente per precedenti impegni istituzionali, ha comunque fatto pervenire un messaggio circa la propria disponibilità per nuove iniziative, alla luce dei proficui risultati raggiunti.
Valerio Agnesi, Direttore Istituto Italo Russo di formazione e ricerche ecologiche, afferma che "il percorso di collaborazione e le diverse edizioni della Summer School hanno permesso a 234 studenti italiani e russi (dati ultima edizione) di acquisire una specifica formazione.
Con la  stipula di accordi bilaterali tra Università di Palermo e Università RUDN di Mosca  è stato inoltre avviato un progetto di doppio titolo che consente agli studenti l'acquisizione di una laurea in Italia ed una in Russia.
L'acquisizione del doppio titolo -grazie all'azione dell'Università di Palermo e dell'Istituto Italo Russo- migliora la carriera universitaria, con punteggi di eccellenza, con iniziative che avvicinano i giovani e che risultano essere positive sotto tutti i punti di vista.
Luca Ferlito, Commissario del Parco, nel manifestare ampia disponibilità alle attività di formazione, esprime soddisfazione per questo nuovo impegno internazionale "motivo di grande orgoglio che apre grandi prospettive per il Parco sul mercato Russo, che dimostra di apprezzare il made in Italy. A livello universitario, l'acquisizione del doppio titolo è molto ambito, per le prospettive professionali degli studenti, che vedono così ampliare le proprie prospettive"

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente Parco Naturale Regionale dei Nebrodi