Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale di Piana Crixia

 

Torrone di Piana Crixia

La tradizione del Torrone a Piana Crixia si perde nella notte dei tempi: un prodotto contadino perché fatto con nocciole, uova, miele e farina o fecola di patate che costituisce l'ostia, ma comunque prezioso per via dello zucchero.
Quando fu istituito il dogma dell'Immacolata Concezione nel 1854, una delle chiese del paese, nella frazione Praie, le fu dedicato. La festa che si teneva l'8 di Dicembre crebbe nel tempo acquisendo ben presto la nomea di "Festa del Torrone" con a fianco l'ultima fiera del bestiame dell'anno. La gente si muoveva a piedi dalle zone circostanti e i venditori arrivavano in questo lembo di Langa con i calessi dal vicino Piemonte e dalla Liguria. Nella prima metà del '900 molte carrozze erano aggiunte ai treni in occasione del Giorno dell'Immacolata e sempre di più i celebranti erano costretti a ricordare ai fedeli che quella che si stava festeggiando era innanzitutto una ricorrenza sacra.
Nemmeno le guerre interruppero la Festa del Torrone, anzi fu proprio durante la seconda guerra mondiale che alcuni pianesi, soprattutto partigiani, iniziarono a fare i torronai per sopravvivere mentre altri proseguivano semplicemente la tradizione. Grazie a questa necessità, ecco comparire i primi nomi, che oggi sono considerati i capostipiti: i due fratelli Gianin e Paolino dei Ca' Surane (della Località Erche Soprane) e Ercole d'ra Cascina.
A fine autunno passavano di casa in casa, dove il loro servizio veniva richiesto, andavano "in veglia" e a fare il torrone, che a volte era merce di scambio, magari con qualche Kg di farina di polenta, e più spesso un dono prezioso.
Gli insegnamenti di Gianin, Paolino e Ercole crearono ben presto altre linee di Maestri Torronai, anche se alcuni segreti li trasmisero soltanto ai loro eredi.
Oggi la tradizione del Torrone a Piana Crixia continua, soprattutto in forma di dono prezioso dell'8 Dicembre e di Natale.
I dogmi rimangono gli stessi dei tre Patriarchi: il Torrone deve essere croccante e friabile, fatto solo con zucchero e con i frutti della nostra terra e dei nostri animali.

Il Torrone di Piana Crixia ha come caratteristica il totale utilizzo (ad eccezione dello zucchero) di prodotti strettamente locali, ma soprattutto la tecnica di preparazione tramandata di generazione in generazione che ne determinano le caratteristiche uniche rispetto alla produzione industriale.
 
(ricerca a cura dell' Associazione A.P.S Verdemare Liguria, La Porta sulle Langhe di Piana Crixia)

Torrone di Piana Crixia
Torrone di Piana Crixia
Torrone di Piana Crixia
Torrone di Piana Crixia
Torrone e miele di Piana Crixia
Torrone e miele di Piana Crixia
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Comune di Piana Crixia