Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Punti d'interesse

 
 

I Punti di Interesse del Parco

Il P.L.I.S. del Po e del Morbasco è stato istituito, ai sensi ex lege 86/83, con D.P.G.R. n° 46869 del 18/11/1999.
E' un parco fluviale di circa 500 ha, attraversato dal Po e dai corsi d'acqua Morbasco e Morta, situato interamente nel Comune di Gerre dè Caprioli (alle porte di Cremona). Il Parco è diventato, per buona parte dei cremonesi, luogo da vivere nei fine settimana, per passeggiate a piedi, in bicicletta, a cavallo, oppure frequentando il suggestivo mercato ambulante domenicale.
Il centro più popolato (circa 900 abitanti) è Bosco ex Parmigiano, posto sulla sponda sinistra del Po, mentre sulla sponda destra è situata la zona denominata Isolone.
Le antiche divagazioni del fiume segnano, ancora oggi, in modo suggestivo il territorio con le residue zone umide.
Il Comune ha posto particolare attenzione nel mantenimento delle testimonianze naturali, con la riqualificazione forestale e la valorizzazione ambientale delle aree naturali, che sono state concesse dal Demanio dello Stato a partire dal 1996, e delle aree ripariali lungo il Morbasco e la Morta.
Parte del territorio, circa 30 ettari, è caratterizzato da una grande e suggestiva spiaggia della "Luna" sulla quale, nel periodo estivo, si svolgono attività balneari e la pesca sportiva, mentre nel periodo autunnale ed invernale, sedute di avvistamento dell'avifauna.
Unico nel suo genere per la pianura cremonese è il cariceto situato lungo il corso d'acqua Morta.
Ai bordi del Parco si trova il centro ippico "Bugatti", nell'omonima cascina.
E' da segnalare la presenza dei complessi architettonici delle "cascine lombarde a corte chiusa", costruite a partire dal 1.600, con significative testimonianze nella zona di Gerre dè Caprioli (cascine Bugatti, Torrioni e Pandolfa).
Queste costruzioni, oggi in discreto stato di conservazione, sono un'importante testimonianza della cultura architettonica cremonese (utilizzo del cotto, dei coppi e dei mattoni, tipici delle antiche fornaci cremonesi) e delle tipicità degli ambienti: case padronali, abitazioni dei contadini, scuderie, stalle, fienili ed immense aie.
Elemento di singolare attrattività del territorio è anche l'apicultura, svolta da alcuni anni da privati, in un'apposita struttura specializzata per la riproduzione delle "api regina".
Non mancano ristoranti, osterie e locali tipici del Po e della campagna cremonese.
Il Parco è percorso dalla pista ciclabile della Golena del Po (da Cremona verso Stagno Lombardo) e da vari tracciati pedonali.


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Comune di Gerre De' Caprioli