Vai alla home di Parks.it

Rondini, per ritrovare la primavera

Infanzia Primarie Medie Superiori Insegnanti Gruppi Altro
scuola elementare scuola media (secondaria 1° livello) scuola superiore (secondaria 2° livello)

Le rondini e diverse altre specie conducono una vita in parte dipendente e correlata alle attività dell'uomo. Così le rondini sono abbondanti nei pressi di aziende agricole attive dove il letame favorisce la presenza di numerosi insetti.

La permanenza di un mosaico ambientale formato dall'alternanza di zone coltivate e zone caratterizzate da aree naturali costituisce un elemento fondamentale per garantire possibilità di alimentazione, rifugio e spostamento a numerose specie animali. Inoltre le diverse pratiche agricole adottate dalle aziende agricole devono tenere conto degli impatti ambientali e paesistici  dovuti alla scelta della tipologia aziendale, all'utilizzo di territorio, all'uso di pesticidi, diserbanti e ammendanti e agli scarichi idrici       

 

FINALITA' E OBIETTIVI

 

La visita didattica avrà lo scopo di mostrare tutte le componenti che connotano l'attività agricola e la necessità di saperle gestire.

Gli adattamenti delle rondini agli ambienti presenti lungo il fiume Serio.

Gli uccelli migratori sono in grado di spostarsi di migliaia di chilometri ma necessitano di una tutela non solo degli habitat di svernamento e riproduttivi ma anche dei punti di sosta lungo le rotte di migrazione.

 

 

ARTICOLAZIONE DELL'ATTIVITA'

La proposta prevede un intervento in classe alla scoperta dell'avifauna del Parco del Serio e delle diverse interazioni che le diverse specie hanno con l'uomo. 

Seguirà poi  un'uscita didattica in un'area agricola che comprenderà una parte in azienda e una parte nell'area ad essa circostante dove cercare di osservare prati da sfalcio, aree umide e altri habitat utilizzati da specie adattate a vivere in ambienti con presenza dell'uomo.

 

Province: Bergamo, Cremona  Regioni: Lombardia
Durata: Mezza giornata
Costi: 0

Rondine ferita
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Parco del Serio