Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Bentornato Sole

Il paese di Prè festeggia i primi raggi della stagione

(Tione di Trento, 06 Feb 19) A Sant'Agà, el sul l'è giù per la contrà. È questo il motto che da più di sessant'anni accompagna la tradizionale Festa del Sole di Prè, in Valle di Ledro.

Da novembre, il piccolo agglomerato di case raccolto sul fondo della ripida valle del Ponale aspetta impaziente che il sole torni ad affacciarsi oltre il profilo delle montagne, riportando luce e tepore per le vie del paese: con il principiare di febbraio, i raggi sfiorano solo i tetti delle case più in alto, ma già dopo una settimana, il giorno di Sant'Agata appunto (5 febbraio), anche la piazza centrale riesce ad essere illuminata.

Era il 1958, quando Daniele Colò, intraprendente ed estroverso abitante del borgo, decide di celebrare il ritorno del sole con una festa. Nonostante lo scetticismo di alcuni compaesani, Daniele decide di passare dalle parole ai fatti e così, poco tempo dopo, presso l'Osteria dei Barisei, va in scena la prima Festa del Sol.

Con il tempo, la bizzarra idea si è trasformata in un'irrinunciabile tradizione, che coinvolge e mobilita l'intero paese: c'è chi addobba le case a festa, chi monta il palco, chi si diletta in cucina e chi si adopera per la buona riuscita della scenetta pomeridiana, curando le scenografie, le danze, i vestiti o il copione degli attori. Ai preparativi collaborano tanto gli adulti quanto i bambini, orgogliosi di mantenere vivo questo momento comunitario.

Nulla viene lasciato al caso e ogni dettaglio sembra pensato per trasmettere allegria: colorati festoni di bandierine, sorridenti soli dorati alle porte e, di tanto in tanto, un luccichio improvviso…proprio sulla curva che conduce verso il centro del paese, dall'anno scorso, si innalza un piccolo obelisco: il Monumento al Sol. Sulla pietra, che ne costituisce il corpo, si allungano le parole dello storico proverbio, incise proprio dall'artefice della festa, e al culmine di questa, a circa 4 m di altezza, una sfera dorata, simbolo del sole, che quasi pare brillare di luce propria.

Vigila su tutto questo lo sguardo attento dell'autorità dell'occasione: il sindaco del sole…o meglio, il "sindachetto". Proprio l'anno scorso infatti, Nicolò Battaini, storico cerimoniere della ricorrenza, ha passato il testimone a Nicolas Maroni, suo giovanissimo compaesano, affidando con questo gesto alle nuove generazioni il compito di garantire un futuro alla festa.

In questo inverno incredibilmente mite, con giornate dal sapore quasi primaverile, il gelo e le nevicate degli ultimi giorni ci hanno fatto ripiombare nel cuore della stagione fredda. Nel paese di Pré però si fa festa lo stesso perché, anche se nascosto dietro alle nuvole, il sole risplende comunque.

Panoramica del paese di Prè
Soli alle porte
Monumento al Sole a Prè
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Riserva di Biosfera Unesco Alpi Ledrensi e Judicaria - Segretariato