Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Basket ed inclusione

Lo sport per tutti

(Tione di Trento, 25 Mar 20) Nel territorio della Riserva di Biosfera Alpi Ledrensi e Judicaria, tra le numerose società sportive che propongono attività motorie per adulti e bambini, merita un'attenzione particolare l'a.s. Giudicarie Basket.

Ma cosa la rende unica nella zona? Qual è il suo valore aggiunto?

L'associazione dilettantistica è nata nell'ottobre 2017 ed ha preso sede nella palestra di Fiavé, che non essendo utilizzata nel pomeriggio, poteva essere sfruttata per l'attività fisica dei ragazzi. Attualmente conta circa 130 iscritti, tra i bambini del mini basket, suddiviso in pulcini, scoiattoli e aquilotti (dalla scuola materna alla classe quinta della scuola primaria), ragazzini delle medie che disputano un campionato giovanile under 14, e la prima squadra, che milita in Promozione Silver.

Ma fin qui nulla di particolarmente speciale…

Il bello viene quando un rivano con la sfrenata passione per il basket decide di allontanarsi dalla Busa per approdare a Fiavè, dove ha modo di portare la sua esperienza decennale nell'ambito della pallacanestro. E non solo… L'ex cestista Andrea Modena, da sempre sensibile all'argomento disabilità, dando seguito all'input di una mamma che di professione fa l'educatrice, decide di proporre lo sport anche per i diversamente abili. Essendo un neofita, si informa e prende contatto con le associazioni Incontra e Comunità handicap, due cooperative sociali al servizio della comunità, che si occupano del supporto e dell'integrazione di persone con disabilità e/o disagio.

Per avvicinare i ragazzi allo sport, si inizia con un incontro una volta al mese, ma ben presto ci si rende conto che non è sufficiente, e si decide quindi di passare a un allenamento ogni due settimane. I ragazzi disabili, infatti, come tutti poi, hanno bisogno di continuità, non di un appuntamento sporadico: serve un impegno fisso che li coinvolga ininterrottamente nel tempo e con costanza. Si interpellano quindi le famiglie per sondare se si può organizzare un appuntamento fisso per l'allenamento di basket nell'anno successivo: così, da settembre 2018, ogni settimana, di martedì, gli inSUPERabili - questo il nome della formazione giudicariese - si esercitano nella pallacanestro. 

In questo senso le cooperative sociali sono state decisive: hanno fatto una sorta di selezione, ossia hanno proposto bambini e ragazzi disabili con caratteristiche adatte a praticare sport. Una collaborazione necessaria che si è rivelata proficua: lo staff di Giudicarie Basket si occupa della parte sportiva, le cooperative del reclutamento e del settore socio/educativo.

Il gruppo degli inSUPERabili è composto da circa una dozzina di ragazzi disabili, a cui si aggiunge qualche giovane giocatore della Giudicarie Basket, anche per fare in modo che i primi comprendano a fondo gli esercizi, essendo spiegati e soprattutto mostrati da ragazzi della loro età. Questa "fusione" è un aspetto importante ed essenziale, poiché favorisce l'integrazione fra ragazzi con disabilità e ragazzi normodotati, rappresentando una notevole opportunità di crescita per tutti. Inclusione e sensibilizzazione sono le parole chiave: gli atleti diversamente abili hanno la possibilità di sentirsi parte di un gruppo e sperimentare così le proprie capacità in situazioni "normali"; ma in particolare i ragazzi normodotati entrano in contatto con un mondo spesso ancora poco conosciuto e aiutano a diffondere e sviluppare lo "sport per tutti", dove le differenti abilità si uniscono e la diversità diviene un meraviglioso punto di forza. 

Gli inSUPERabili costituiscono infatti una squadra vera e propria all'interno del contesto della Giudicarie Basket, dimostrando così che l'importanza del gioco di squadra e dello stare insieme, la necessità del rispetto di piccole regole quotidiane e la gestione delle emozioni possono far raggiungere risultati sorprendenti in termini di numeri e coinvolgimento. Gl inSUPERabili si presentano con un breve videohttps://youtu.be/qps6_UoSh0o

Tutto ciò dimostra ancora una volta che l'attività sportiva è per tutti e che lo sport è maestro di relazioni e rappresenta un arricchimento reciproco, e a breve - terminato il periodo di distaccamento sociale - potremo ritornare a farlo assieme. 

 


#staytuned: iscriviti alla Newsletter della Riserva di Biosfera e segui la pagina Facebook!

 

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Riserva di Biosfera Unesco Alpi Ledrensi e Judicaria - Segretariato