Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Trekking, arrampicata, e-bike: scambio di esperienze tra MaB Unesco

Prossimo incontro a primavera in Appennino

(Sassalbo, 25 Ott 19) Si è appena concluso l'educational tour che la Riserva della Biosfera UNESCO dell'Appennino tosco-emiliano ha dedicato alle attività outdoor nella MaB Alpi Ledrensi e Judicaria.

Affiancati da due tecnici dell'ufficio MaB, hanno partecipato 19 operatori turistici (guide e ospitalità), di tutti i versanti dell'Appennino tosco-emiliano, legati al mondo delle attività all'aria aperta.

Le tre giornate sono state dedicate al trekking, all'arrampicata, all'e-bike e alle visite al Bosco Arte Stenico, alla casa del Parco Flora e area Natura Rio Bianco, nel Parco Adamello Brenta, ad aziende agricole e al Museo e villaggio delle Palafitte della Valle di Ledro.

Alle escursioni in natura si sono intervallati workshop tematici dedicati a turismo accessibile nelle attività outdoor, i progetti "destinazione Unesco", "la falesia dimenticata", "BiciBus Trek", strutture ricettive sostenibili, rapporto tra outdoor, sostenibilità ambientale e conoscenza del territorio.

Oltre allo staff e ai rappresentanti istituzionale della Riserva MaB Alpi Ledrensi e Judicaria, sono intervenuti esponenti di realtà economiche connesse, associazioni e realtà imprenditoriali private della zona, tra cui il consorzio BIM Sarca, tecnici del Parco Adamello Brenta, le APT (Comano, Chiese e Ledro), guide alpine, gestori di rifugi, B&B, esperti dell'outdoor.

I rappresentanti della Riserva di Biosfera Appennino Tosco Emiliano che hanno partecipato a questa importante esperienza sono: dalla Garfagnana Stefano Lera, Emilio Bertoncini, Valentina Lucchesi, Davide Santi e Francesca Orsoni; dalla Lunigiana Simona Polli, Giovanna Zurlo e Pierangelo Caponi; dal parmense Antonio Rinaldi, Luca Fantuzzi, Pietro Rontani, Andrea Pellacini e Barbara Mazzieri; dal modenese Simona Carlotti; dal reggiano Filippo Asnaghi, Alessandra Giunta, Andrea Mammi, Giovanni Costi, Renato Farina, Alessandra Curotti e Chiara Viappiani.

Si tratta di un progetto di scambio di buone pratiche ed esperienze tra le due riserve di Biosfera UNESCO che prevede di ospitare in Appennino gli operatori delle Alpi Ledrensi e Judicaria la prossima primavera.

L'esperienza si è rivelata importante e proficua con un duplice risultato: aver conosciuto nuove possibilità di sviluppo turistico sostenibile in un territorio rappresentativo del settore e allo stesso tempo aver creato e rafforzato relazioni tra gli operatori dell'Appennino per renderli più consapevoli e partecipi dell'essere Riserva della Biosfera.

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ufficio Riserva MAB Appennino Tosco-Emiliano