Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Life Claw

Il progetto per la conservazione del gambero di fiume europeo (A. pallipes) nell’Appennino nord-occidentale

(Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano, 28 Ott 20) Nell'area del Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano e, più in generale, in parte della Riserva di Biosfera, è in corso da alcuni mesi il monitoraggio delle popolazioni di gambero di fiume europeo (Austropotamobius pallipes), nell'ambito del progetto LIFE CLAW.

Il gambero di fiume europeo (A. pallipes) è una specie autoctona (nativa) in Italia, il cui stato appare gravemente compromesso a causa di diverse minacce alla sua sopravvivenza, principalmente legate alla crescente antropizzazione dei sistemi idrografici e all'introduzione di specie alloctone (non native) invasive.
In particolare, i gamberi alloctoni invasivi costituiscono una forte minaccia in quanto forti competitori della specie autoctona e portatori asintomatici della peste di gambero, una malattia che può essere responsabile della rapida estinzione delle popolazioni native.  

A causa di questi fattori, nel corso degli ultimi 50 anni, le popolazioni di gambero di fiume autoctono hanno subito un forte e diffuso declino in tutta Europa e attualmente, in Italia, la loro presenza è principalmente limitata a piccoli corsi d'acqua in cui i gamberi alloctoni invasivi non si sono ancora espansi e in cui l'habitat è meno influenzato dalle attività umane. 

Il progetto LIFE CLAW, sostenuto dall'Unione Europea attraverso lo strumento finanziario LIFE e coordinato dal Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano, ha l'obiettivo di migliorare lo stato di conservazione delle popolazioni di gambero di fiume europeo nell'area dell'Appennino nord-occidentale di Emilia Romagna e Liguria, attraverso un programma a lungo termine che coinvolge diversi partners in entrambe le regioni.
Inoltre, si prevede di sviluppare un piano di strategia di conservazione concreta per i gamberi autoctoni, che potrebbe essere sfruttato in altri contesti in Italia e in Europa.

Per raggiungere gli obiettivi, nel corso del progetto saranno attuate diverse azioni di conservazione quali l'allevamento di giovani di A. pallipes da reintrodurre, il ripristino dell'habitat dove vivono i gamberi, il controllo sanitario per evitare la diffusione della peste di gamberi, la costruzione di barriere artificiali e la cattura di gamberi alloctoni invasivi, al fine di limitare la loro diffusione.

In aggiunta alle azioni di conservazione, sono previste attività di comunicazione e sensibilizzazione per diffondere i temi del progetto e incoraggiare comportamenti sostenibili. Infatti, lo sviluppo di una consapevolezza nelle comunità locali sulla necessaria conservazione della biodiversità, è sicuramente un passo fondamentale per raggiungere gli obiettivi previsti.

Per maggiori informazioni:
https://www.lifeclaw.eu/
https://www.facebook.com/Lifeclawproject/ 

(Maria Chiara Contini)

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ufficio Riserva MAB Appennino Tosco-Emiliano