Vai alla home di Parks.it

Riserva Regionale Complesso Morenico di Castellaro Lagusello

Banner Locale per la promozione del territorio

L'Area Protetta

Carta d'identità

  • Superficie a terra (ha): 209,00
  • Regioni: Lombardia
  • Province: Mantova
  • Comuni: Cavriana, Monzambano
  • Provv.ti istitutivi: DCR 1738 11/10/1984
  • Elenco Ufficiale AP: EUAP0289

 

 

La Riserva

Dolci colline, prati e frutteti cingono un piccolo lago e la sua Riserva tra le morene a Sud del lago di Garda nel territorio di Castellaro Lagusello, frazione del Comune di Monzambano.
L'area della riserva costituisce un particolare ambiente antropico-naturale con aspetti estremamente interessanti sia dal punto di vista paesaggistico che dal punto di vista storico-archeologico e naturalistico. La mitezza del clima, la presenza del lago e di terreni fertili hanno condotto l'uomo ad abitare in questa località molto prima che in altre, così che il territorio circostante risulta essere una meravigliosa sintesi di elementi naturali e di elementi trasformati dall'attività umana. Numerosi ritrovamento archeologici, che vanno dall'età del bronzo all'epoca romana e medioevale, testimoniano la costante presenza antropica. Il borgo risale al '200, è circondato da una bella cinta muraria con merlatura guelfa, racchiude il castello con torre e bastioni e il palazzo dei marchesi Tacoli, scelto cinque secoli dopo come quartier generale di Napoleone in due momenti della prima campagna d'Italia.

La Flora

Boschi termofili di roverella e carpino nero sui versanti collinari, prati aridi dalle splendide fioriture primaverili sui fianchi scoscesi e sui cocuzzoli dei rilievi; cariceti, boschi umidi a ontano e salice grigio; vegetazione stagnale nella conca lacustre.

La Fauna

Tra le oltre 50 specie di uccelli nidificanti troviamo la svasso maggiore, il tarabusino, il pendolino, la cannaiola verdognola, negli ambienti umidi, mentre nei boschi e nei prati aridi di collina il colombaccio, la ghiandaia, il pettirosso, il canapino, il luì piccolo e la cinciarella. Un raro anfibio endemico della pianura padana è comunissimo nei boschi ripari: la rana di lataste.

L'antico borgo medievale

L'area della riserva costituisce un particolare ambiente antropico-naturale con aspetti estremmente interessanti sia dal punto di vista paesaggistico che dal punto di vista storico-archeologico e naturalistico. La mitezza del clima, la presenza del lago e di terreni fertili hanno condotto l'uomo ad abitare in questa località molto prima che in altre, così che il territorio circostante risulta essere una meravigliosa sintesi di elementi naturali e di elementi trasformati dall'attività umana. Numerosi ritrovamenti archeologici, che vanno dall'età del bronzo all'epoca romana e medievale, testimoniano la costante presenza antropica. Il borgo di Castellaro Lagusello risale al '200. Circondato da una bella cinta muraria con merlatura guelfa, racchiude il castello con torre e bastioni e il palazzo dei marchesi Tacoli, scelto cinque secoli dopo come quartier generale di Napoleone in due momenti della prima campagna d'Italia.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente Parco del Mincio