Vai alla home di Parks.it

Riserva Naturale Speciale di Fontana Gigante

Banner Locale per la promozione del territorio

L'Area Protetta

Carta d'identità

  • Superficie a terra (ha): 310,44
  • Regioni: Piemonte
  • Province: Vercelli
  • Comuni: Tricerro
  • Provv.ti istitutivi: LR n.23 3/07/2006
  • Elenco Ufficiale AP: EUAP1198

 

 

Caratteristiche del sito

L'area di Fontana Gigante è situata nella bassa pianura vercellese. Il sito è caratterizzato dalla presenza di un bacino lacustre formato da otto corpi idrici contigui, di superficie variabile e occupanti in totale circa 12 ha; il livello delle acque è compreso tra i 10 e i 180 cm. La loro origine è legata alla bonifica di ambienti acquatici naturali e allo scavo di bacini a fini venatori e di pesca sportiva, successivamente andati incontro a un processo di naturalizzazione.

La vegetazione

Il sito costituisce il secondo complesso idrico naturale della Provincia di Vercelli, dopo il Lago di Viverone. L'area ha caratteristiche di palude seminterrata, ricoperta per i due terzi da vegetazione con dominanza di canna palustre (fragmiteti) e, nelle zone periferiche, con presenza di saliceto paludoso arbustivo di Salix cinerea. Secondo una classificazione dei tipi vegetazionali presenti, formulata tenendo conto del livello di naturalità, di rarità a livello locale e regionale, ed il potenziale di rinaturalizzazione, le cenosi di maggiore rilevanza conservazionistica sono: lamineto a Nuphar luteum, fragmiteto pioniero a Bidens cernua, fragmiteto maturo a Thelypteris palustris, arbusteto igrofilo a Salix cinerea, alneto igrofilo, incolto umido, arbusteto mesoigrofilo a Salix cinerea e Salix alba, querco-alneto mesofilo, querceto di ricostituzione a Quercus robur, querceto igrofilo a Quercus robur e Salix cinerea.

La fauna

Nell'area sono state fino ad ora identificate 21 specie di Odonati che costituiscono circa il 50% di quelle segnalate in Piemonte. Diverse specie si riproducono nelle risaie e nei canali esterni al biotopo e frequentano l'area solo allo stadio adulto, in ogni caso la ricchezza specifica è rilevante se rapportata alla ridotta estensione del biotopo. I Coleotteri Carabidi sono presenti con 57 specie, alcune delle quali presentano un notevole interesse per la sporadicità delle segnalazioni a livello regionale e per la marginalità rispetto all'areale noto (Platynus krynickii, Europhilus thoreyi, Platysma gracile, P. oenotrium, Acupalpus maculatus, A. luteatus, A. exiguus, A. flavicollis, Baudia dilatata, B. peltata). L'area costituisce inoltre rifugio per una ricca carabidofauna igrofila.
Per quanto riguarda l'erpetofauna, sono segnalate 3 specie di anfibi e 6 specie di rettili autoctoni. Le più interessanti, in quanto segnalate nella pianura risicola solo in aree naturali o seminaturali relitte: Bufo bufo, Anguis fragilis e Vipera aspis. Rilevante è la presenza di Emys orbicularis, specie estremamente rara in regione.
A Fontana Gigante sono inoltre presenti 11 specie ornitiche d'interesse conservazionistico europeo, due prioritarie a livello nazionale (Tarabuso e Salciaiola), e 6 (3 nidificanti certe: Tarabuso, Airone rosso, Salciaiola; 3 nidificanti possibili: Mestolone, Alzavola, Falco di palude) d'interesse conservazionistico regionale.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle aree protette del Po vercellese-alessandrino