Vai alla home di Parks.it

Riserva Naturale dell'Isolotto del Ritano

Carta d'identità
Superficie: 237,00 ha
Province: TO, VC
Istituzione: 1990
  • Flutti nel Canale Scaricatore o Sussidiario Farini nella Riserva Naturale dell'Isolotto del Ritano (foto di Andrea Miola)

Dora Baltea: in kayak fra natura e storia

Situata lungo l'avvallamento fluviale della Dora Baltea sotto l'abitato di Saluggia, la riserva si estende su una superficie di 237 ettari a cavallo fra le Province di Vercelli e di Torino. La riserva del Ritano si trova in una zona a vocazione agricola ed è costituita da una parte di territorio su terraferma a coltivi e pioppeti e da un isolone. Il paesaggio è stato modificato dalle alluvioni di settembre 1993, novembre 1994 e ottobre 2000, quando il fiume ha eroso una vasta fascia di terreni ripariali. Sul piano naturalistico è particolarmente interessante l'isolotto del Ritano, sul quale la vegetazione a ceduo cresce spontanea con specie ripariali ed invasive, quali la farnia, la robinia, il pioppo, il salice, il sambuco e l'ontano. Sul piano storico-architettonico sono rilevanti all'interno della riserva le imponenti opere di ingegneria idraulica ottocentesche delle Prese dei Canali Farini e Scolmatore, quest'ultimo chiamato anche Canale Sussidiario, costruite nell'Ottocento nell'ambito del grandioso sistema di irrigazione delle risaie che ha per asse portante il Canale Cavour. La zona è particolarmente interessante anche per sport acquatici quali il kayak, l'hidrospeed e la canoa fluviale, che possono godere dei giochi d'acqua creati dal nodo idraulico dei Canali Farini e Scaricatore, oppure che possono utilizzare la via d'acqua della Dora Baltea per discese fluviali e scoprire in tal modo paesaggi naturali molti interessanti ed altrimenti non visibili. E' in studio un programma di valorizzazione dell'area, per agevolarne la fruizione a piedi, in bicicletta e con la canoa.
La Riserva Naturale Speciale dell'Isolotto del Ritano, oltre che dalla legge istitutiva del Parco del Po, è tutelata anche ai sensi della legge regionale n. 47 del 3 aprile 1995 "Norme per la tutela dei biotopi", della Decisione 85/338/CEE del 27 giugno 1985 e della Direttiva 92/43/CEE del 21 maggio 1992, in quanto è stata giudicata "entità ecologica di rilevante interesse per la conservazione della natura" e pertanto sottoposta a vincolo ambientale-paesaggistico ai sensi della legge 8 agosto 1985, n. 431 e della normativa europea, che la ha riconosciuta quale S.I.C - Sito di Importanza Comunitaria (codice IT1120013).
L'Isolotto del Ritano è anche Sito di Importanza Comunitaria (Sic Isolotto del Ritano - Dora Baltea) e Zona di Protezione Speciale: ZPS Isolotto del Ritano (Dora Baltea)

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
Banner Locale per la promozione del territorio
© 2016 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese