Vai alla home di Parks.it

Riserva Naturale Lago di Lozon

Banner Locale per la promozione del territorio

L'Area Protetta

Carta d'identità

  • Superficie a terra (ha): 4,00
  • Regioni: Valle d'Aosta
  • Province: Aosta/Aoste
  • Comuni: Verrayes
  • Provv.ti istitutivi: DPGR 1258 23/09/1993
  • Elenco Ufficiale AP: EUAP0409

 

 

La Riserva

Il sito si presenta come un ampio ripiano, depresso nella sua parte centrale, occupata dalla zona umida. L'origine di tale forma é da ricondursi all'azione glaciale, che ha creato una conca delimitata sul margine a valle da uno sbarramento in parte morenico, in parte roccioso.
I terreni della zona sono costituiti, nel settore periferico del ripiano, da depositi glaciali immersi in una matrice limoso-sabbiosa mentre, nella zona centrale, da materiali analoghi, ma con frazione fine limosa più abbondante e, in profondità, livelli di limi e torbe. Nel lago é attualmente in atto una deposizione di tipo torboso, legata alla decomposizione dell'abbondante vegetazione acquatica che tende a occupare il bacino a partire dai suoi margini. E' in assoluto l'ambiente umido più interessante e ricco della Valle d'Aosta per quanto riguarda la vegetazione e la ricchezza floristica: sono circa cento le specie tipiche delle zone umide, alcune delle quali molto rare o uniche nelle regione e nelle Alpi (Carex appropinquata, Utricularia australis e U. minor) e 15 le associazioni vegetali palustri ed acquatiche. E' presente una vera e propria zonazione di ambienti palustri legati al diverso livello delle acque: dai popolamenti di piante natanti in acque libere, alla torbiera intermedia, al magnocariceto delle rive. Gran parte del bacino è occupato da un'unica, vasta, zolla di torba galleggiante dello spessore di circa 1,5 m. Queste serie vegetali tipiche, che evolvono in perfetta successione dalla periferia fino all'occhio centrale dello stagno, fanno di Loson un'area umida unica, in relazione alla quota, in Valle d'Aosta e nelle Alpi interne a clima subcontinentale. Eccezionalmente ricco il popolamento zooplanctonico, con oltre 30 specie segnalate.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Regione Valle d'Aosta - Assessorato Agricoltura e Risorse naturali - Dipartimento Risorse naturali e Corpo forestale - Aree protette