Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Punti d'interesse

Esperienze culturali

Villaggi, cappelle, rascards, castelli e molto altro. In questo meraviglioso angolo di Valle d'Aosta, architettura e storia si fondono con la natura e il paesaggio. Fermati un giorno in più per visitare la regione girovagando tra monumenti romani e imponenti fortezze.

Orrido di Guillemore
Orrido di Guillemore

Diavoli, giganti, draghi e altre leggende del Lys

Sono molti i miti e le leggende legate al territorio valdostano, coltivate nel tempo e tramandate da padre in figlio tanto da influenzare la cultura dei popoli per secoli.
Tra queste, numerose sono legate al torrente Lys e, in particolare, ai ponti che ne collegano le sponde.

Altre informazioni


 
Forte di Bard
Forte di Bard

Forte di Bard: il custode della Valle d'Aosta

Nel piccolo comune di Bard, un imponente complesso fortificato sorge su un promontorio. È il Forte di Bard, luogo strategico e scenografico da visitare con tutta la famiglia.
A 13 km da Fontainemore, il borgo di Bard è considerato uno tra i borghi più belli d'Italia, un autentico concentrato di testimonianze storiche in poco più di tre chilometri quadrati.

Altre informazioni


 
Farettaz: il villaggio dei muratori
Farettaz: il villaggio dei muratori

Farettaz: il villaggio dei muratori

"Fontainemore: o la stola o la cazzuola": secondo l'antico proverbio, le due professioni più diffuse della comunità erano in passato quelle di sacerdote e di muratore.
Dal 1700 al 1970 sono stati più di 70 i giovani che hanno ricevuto l'ordinazione sacerdotale: molti di più i muratori che rappresentavano quasi il 40% della popolazione maschile.

Altre informazioni


 
Passeggiata nel Boure de Gris
Passeggiata nel Boure de Gris

Passeggiata nel Boure de Gris


Uno scorcio fiabesco tra i più fotografati dell’intera regione

La prima volta che arrivi a Fontainemore risalendo la vallata lungo la Strada Regionale, l'antico borgo ti appare come d'incanto raccolto negli angusti spazi del capoluogo, con la chiesa arroccata su una sponda e il caratteristico ponte in pietra.
Parcheggiata l'auto nei pressi del Centro Visitatori della Riserva, ti avvicini a piedi nel centro storico. Prima di attraversare la strada costeggi la cappella intitolata a San Rocco, costruita nel 1636 e restaurata più volte nel corso dei secoli. La sua costruzione è un ringraziamento al Santo che ha dedicato tutta la sua vita alla cura degli ammalati di peste da parte dei sopravvissuti all'epidemia del 1630.
Una breve passeggiata conduce dove la strada si fa più stretta e le case più accentrate. Facendo attenzione alle automobili, una stradina pedonale sulla sinistra ti porta alla Chiesa Parrocchiale attraversando il ponte medievale del 1200.

Altre informazioni


 
Castel Savoia
Castel Savoia

Castel Savoia


Un giorno da Regina

La Valle d'Aosta non è soltanto sci, escursioni e montagne: è anche un paradiso culturale se ami perderti tra storia, arte e fiabe. Castelli, torri, fortificazioni, rocche, forti costellano l'intero territorio regionale rendendolo il luogo più fortificato d'Italia ed Europa.
Il più vicino a Fontainemore è il Castel Savoia, un castello fiabesco che per molti anni è stato rifugio estivo della Regina Margherita, grande appassionata di alpinismo e amante della montagna.

Altre informazioni


 
Un pizzico di Roma in Valle d'Aosta
Un pizzico di Roma in Valle d'Aosta

Un pizzico di Roma in Valle d'Aosta

I segni di cinque secoli di dominazione romana.
Nel 25 a.C, dopo più di cent'anni di iniziative militari, i Romani guidati da Aulo Terenzio Varrone sconfiggono i Salassi, antichi abitanti della regione di origine celtica.
Iniziano così cinque secoli di dominazione romana in Valle d'Aosta il cui eco si avverte ancora oggi.

Altre informazioni


 
Walser
Walser

Walser: una civiltà di frontiera

I Walser hanno lasciato sul territorio della Valle del Lys un'impronta architetturale ancora oggi ammirabile.
Spinte da ristrettezze economiche e dalla scarsa disponibilità di terre per il proprio bestiame, intere comunità di origine germanica provenienti dall'Alto Vallese, superarono nel XIII secolo i valichi alpini per creare piccoli insediamenti intorno al Monte Rosa.

Altre informazioni


 
Ecomuseo di Media Montagna
Ecomuseo di Media Montagna

Ecomuseo di Media Montagna: un salto nel passato

Gli ecomusei disseminati lungo tutto l'arco alpino sono come un collegamento tra generazioni diverse, un ponte da attraversare per comprendere meglio lo stretto rapporto tra uomo e l'ambiente che ne ha caratterizzato la vita per secoli.
A Fontainemore, in Località Pra Dou Sas, un piccolo villaggio agropastorale è stato ristrutturato e adibito a Ecomuseo di Media Montagna. Nel tempo della visita, circondato da attrezzi e oggetti di uso quotidiano, ti senti catapultato nella vita rurale di inizio secolo, quando non c'erano televisione né supermercati.

Altre informazioni


 
Carnevale
Carnevale

Coriandoli, bighe e ponti infuocati

Se la permanenza a Fontainemore cade nel periodo di Carnevale, poco distante dal paese in direzione Aosta, Pont-Saint-Martin offre uno spettacolo in cui si mescolano colori, costumi, musica e divertimento.

Altre informazioni


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Regione Valle d'Aosta - Assessorato Agricoltura e Risorse naturali - Dipartimento Risorse naturali e Corpo forestale - Aree protette