Loading...
Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Sentiero escursionistico La Scialimata

A piedi         Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna Elevato interesse: panorama 
  • Tempo di percorrenza: 4 ore 30 minuti
  • Difficoltà: impegnativo
  • Lunghezza: 9 km
  • Segnavia: segnato colore bianco

Questo sentiero prende il nome dalla presenza di un esteso fenomeno franoso denominato in dialetto locale "scialimata" e localizzato nel versante sud della Riserva Naturale Monte Rufeno presso la frazione di Torre Alfina. Dalla zona degli impianti sportivi di Torre Alfina si segue la strada che conduce al Museo Naturalistico del Fiore. Dopo aver percorso circa 300 metri si lascia la strada bianca per entrare nella zona di pertinenza del Casale S.Antonio adibito a struttura ricettiva. Sono evidenti le testimonianze del podere che qui esisteva fino a trent'anni fa: un vecchio uliveto, muretti a secco ed una piccola troscia dove ora vivono indisturbati tritoni, rane ed affascinanti invertebrati come notonette e ditiscidi. Il rimboschimento di Pino marittimo dove ci addentriamo occupa il terreno un tempo coltivato; da qui, proprio sul coronamento dell'imponente fenomeno franoso, si gode uno splendido panorama dalla valle del Paglia fino al Monte Amiata. Si prosegue ora all'interno del bosco "costeggiando" la frana fino ad un altro punto panoramico da dove è possibile ammirare il Monte Rufeno, la valle del Fossatello e, sul versante umbro, la Selva di Meana. Per avere informazioni sulla natura geologica del territorio è possibile inoltre consultare un apposito pannello informativo collocato sul sentiero. L'alternarsi di piccole radure all'interno del bosco e la presenza di rocce affioranti di tipo flyschoide permettono lo sviluppo di numerose orchidee; l'insieme di piccoli fossi attraversabili mediante ponticelli in legno e la leggera discesa rendono questa prima parte del sentiero decisamente piacevole. Alla fine della discesa si incontra la strada sterrata e poco più avanti il casale Putifaro, una delle testimonianze dell'antica presenza dei contadini. Si prosegue per un tratto sulla strada sterrata per cimentarsi successivamente in una salita impegnativa che attraversa piccole radure, aie carbonili fino ad un piccolo tratto di crinale. Si incontra di nuovo la sterrata e si esce dal bosco in corrispondenza di una sbarra verde; ancora poco sforzo e si ritorna al punto di partenza. Questo anello (percorso A) è classificato in base a lunghezza e pendenza come medio-difficile; per coloro che intendono pecorrere un tratto più breve è possibile seguire il percorso B (anello alto) che passa nei pressi del casale Podernuovo. Inoltre, in prossimità del museo del fiore si può aggiungere al percorso ancora un altro anello di circa 3 km ricco di pannelli informativi, il "sentiero natura del fiore", che costeggia il torrente Subissone nelle vicinanze di un antico Mulino recuperato.

 
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Comune di Acquapendente