Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Percorso circolare F.I.A.S.P. "Il Capriolo"

A piedi In bici         Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna Elevato interesse: panorama 
  • Tempo di percorrenza: 4 ore
  • Difficoltà: medio
  • Lunghezza: 13,85 km
  • Dislivello: minimo 270 m

Il percorso podistico F.I.A.S.P. di Monte Rufeno è un tracciato ad anello di 13,9 km.
Partendo dall'incrocio tra la S.S. Cassia e la S.P. Ponte Gregoriano - Allerona, si prosegue sempre dritti fino a un ponticello dopo il quale si svolta subito a sinistra. Si lascia la strada che segue il corso del fiume Paglia per un bel tratto panoramico in salita. Da qui si può scorgere il paese di Acquapendente che domina la valle del Paglia e alcuni tratti della "bancata vulcanica" circostante. Giunti ad un incrocio ci si dirige a destra verso l'ingresso n°3 della Riserva che si raggiunge quasi subito. Oltrepassato il cancello, si lascia l'ambiente aperto per inoltrarsi all'interno del bosco. Si svolta poi a sinistra percorrendo un tratto del "Sentiero dei briganti" che conduce ad un'area dimostrativa sulla produzione del carbone. Grazie all'opera di un anziano carbonaio, che ha ripercorso gli anni della sua infanzia e giovinezza costruendo alcune carbonaie dimostrative e la capanna dove viveva da bambino nel bosco quando con la sua famiglia produceva il carbone, è possibile un'immersione in questa "arte" ormai dimenticata; con un po' di fortuna è possibile incontrare e conversare con l'autore in persona. Proseguendo lungo la pista si attraversa il Fosso del Gambero che deve il suo nome alla presenza non troppo lontana nel tempo del gambero di fiume, una piacevole sosta durante il periodo estivo. Usciti dalla pista si incrocia di nuovo la strada carrabile in salita fino ad un' area di sosta attrezzata sulla sinistra. Lì occorre seguire le indicazioni per Sambucheto e percorrere un tratto del sentiero lambendo un fresco bosco di castagno. Si giunge poi in loc. Tetto rosso, una radura che un tempo ospitava il casale omonimo, dove si può godere di un'ampia veduta panoramica sul monte Amiata, sul "neck" di Radicofani e, a sinistra, sul Monte Rufeno; sulla "cima" si vedono la torretta AIB e l'omonimo Osservatorio Astronomico. È tempo di proseguire, in discesa, sempre seguendo la direzione Sambucheto, superare il casale Porta di Ferro sulla destra e infine arrivare al casale Sambucheto. Le costruzioni incontrate testimoniano tratti di storia recente quando i contadini abitavano queste terre ricche di argilla ma avare di raccolti. Si prosegue sulla strada sterrata fino all'ingresso n°2 della Riserva. Qui si attraversa il Fosso dell'Acquacalda con le sue cascate su substrato argilloso anche di notevole suggestione. Un piccolo tratto in salita e poi ci si affaccia di nuovo sulla valle del Paglia; superato il casale Casone e la chiesetta di S. Angelo si giunge al punto di partenza.


Il lago di Bolsena da Monte Rufeno
Il lago di Bolsena da Monte Rufeno
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Comune di Acquapendente