Loading...
Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Sentiero ciclabile Coppi

In bici         Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna Elevato interesse: panorama 
  • Tempo di percorrenza: 4 ore 30 minuti
  • Difficoltà: impegnativo
  • Lunghezza: 20 km
  • Dislivello: massimo 650 m - minimo 270 m
  • Segnavia: segnato colore rosso

Il percorso ha inizio all'incrocio tra la S.P. Ponte Gregoriano - Allerona e la S.S. Cassia. Si prosegue diritti fiancheggiando il corso del fiume Paglia fino a S. Anna, un casale diroccato che si trova sul lato destro della strada; poco dopo si lascia la provinciale per un'altra sterrata sulla sinistra. Il punto d'incrocio offre la vista panoramica sulla valle del Paglia, il castello di Torre Alfina e, sul versante umbro del fiume, la Selva di Meana. Una volta raggiunto il cancello di accesso alla Riserva, la salita si fa più dura; ci si deve arrampicare infatti per 4,5 Km circa sul fianco della collina. A metà fatica si incontra il casale Marzapalo, splendida struttura recuperata dalla Riserva che in passato era un convento di frati. All'incrocio successivo la strada da prendere è una vera e propria pista nel bosco anch'essa un po' in salita; terminato questo breve tratto si incontra di nuovo la strada carrabile e si procede in direzione Tigna. Prima di iniziare la discesa si presenta un magnifico panorama dove spicca il vicino abitato di Trevinano e il castello di Radicofani costruito sopra un caratteristico rilievo vulcanico (neck) dalla forma quasi geometrica. Si scende fino al casale Poggiogattuccio, anche questo ormai rudere ma dal quale si gode di una vista stupenda, per continuare la discesa fino ad un bivio dove si svolta a sinistra in direzione Olivena; dopo poco il bosco si apre su piccole radure ricche di orchidee dalle quali è possibile ammirare boschi di versante e campi coltivati. In corrispondenza  del casale, dopo una secca curva a sinistra, s'incontra una discesa piuttosto ripida che conduce al Fosso Acquachiara. Il guado è semplice, più insidioso è il lastrone di roccia scivolosa che segue. Si torna a pedalare lungo la salita che impegna fino alla sorgente del casale Sambucheto, sito poco sopra la strada. Superata la sbarra verde, si prosegue in discesa fino all'ingresso n° 2 della Riserva che si supera. Una breve salita fino al casale Il Casone, e poi giù, attraverso i campi, fino al punto di arrivo. Se rimane il tempo per una sosta, ci si può fermare presso la graziosa chiesa di campagna di S. Angelo, dalla quale, durante la stagione propizia, oltre ad ammirare il panorama si possono osservare numerosi uccelli rapaci.

Cinghiale
Cinghiale
 
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Comune di Acquapendente