Vai alla home di Parks.it

Riserva Statale Montagna di Torricchio (Oasi Affiliata WWF)

riservatorricchio.unicam.it
Mappa interattiva
Mostratevi online ai lettori di Parks.it

Pannello 6 - L'Uso del Suolo


Il territorio della Riserva Naturale di Torricchio è stato interessato dalle stesse vicende che hanno segnato l'Appennino centrale nel corso degli ultimi secoli.

L'uso del suolo del 1883 (carta in alto), tratto dalle mappe catastali, mostra ancora alcuni appezzamenti di terreno coltivati a quote molto elevate (sopra i 1200 m).
La coltivazione di questi campi, molto impervi e caratterizzati da rese molto basse, era determinata dalla necessità di produrre frumento e cereali in genere necessari per l'alimentazione delle popolazioni della zona.

Nel corso del tempo però, con il progressivo abbandono della montagna - culminato nell'esodo massiccio degli anni '60 e '70 - i campi coltivati sono stati sostituiti da prati falciabili che, a loro volta, come è possibile vedere nella carta dell'uso del suolo del 1997 (carta in basso) sono stati sostituiti dal pascolo montano.

Si noti anche come in assenza di intervento dell'uomo, (coltivazioni, tagli boschivi, ecc..) ci si trovi di fronte alla lenta, ma progressiva ripresa del bosco che in queste zone necessita, per tornare allo stato "potenziale", di circa trecento anni.

Pannello 6 - L'Uso del Suolo
 
Pannello 6 - L'Uso del Suolo
 
Pannello 6 - L'Uso del Suolo
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2021 - Università di Camerino, School of Biosciences and Veterinary Medicine - Plant Diversity and Ecosystems Management Unit