Vai alla home di Parks.it

Riserva Naturale Integrale Valsolda

Banner Locale per la promozione del territorio

Itinerari



Gli itinerari della Riserva Naturale Orientata

Nella parte Orientata della Riserva, l'ERSAF ha approntato due sentieri didattici per guidare i visitatori alla scoperta e alla comprensione della natura circostante, nel totale rispetto di quest'ultima. I sentieri sono facili, se si è sufficientemente allenati, con un unico passaggio leggermente più impegnativo tra il Passo Stretto e l'Alpe Pessina, dove il terreno è scivoloso e ripido. Consigliate scarpe da trekking e abbigliamento da montagna.

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Il Percorso nella rocciaIl Percorso nella roccia
Partenza: frazione Dasio, Valsolda
A piedi A piedi
E - Escursionistico
4 h/6 h
Sentiero delle quattro valliSentiero delle quattro valliA piedi A piedi
 
Sentiero faunistico "Maurizio Monti"Sentiero faunistico "Maurizio Monti"A piedi A piedi
4 h
Via dei CantiVia dei CantiA piedi A piedi
3 h



Gli itinerari della Riserva Naturale Integrale

Coerentemente con l'obiettivo di evitare il più possibile le interferenze antropiche in questa parte della Riserva, solo su due sentieri è consentito il passaggio: Alpe Fiorina - Bocchetta di Regagno e Alpe Fiorina - Bocchetta del Boi e Alpe Noresso. E' assolutamente vietato uscire dal sedime dei sentieri e anche all'Alpe Fiorina, dove esiste un punto di sosta, è permesso fermarsi solo per un breve lasso di tempo, allo scopo di recare il minor disturbo possibile.

Dotazione delle aree di sosta
  • All'ingresso della Foresta: portale informativo
  • Alpe Serte: fontana, tavoli, punto fuoco, wc, tettoia per riparo.
  • Presso il Pannello dell'Orso (Pannello 4): tavoli e punto fuoco.
  • Alpe Pessina: fonte, tavoli, baita-ricovero sempre aperta, punti fuoco.
  • Alpe Fiorina: Nella parte Integrale della Riserva, tavoli e fontana, ricovero se autorizzato, divieto di soffermarsi a lungo.

Norme comportamentali

Non guardiamole come limitazioni alla propria libertà, ma come l'unica strada per avere l'opportunità di godere, noi come gli altri, di una natura intatta e generosa

  • Per fare in modo che ci siano animali, piante, fiori e frutti che compongano armoniosamente il paesaggio per chiunque passi, nella Riserva è vietato cacciare, pescare, raccogliere funghi, frutti del sottobosco, fiori e fossili.
  • Non "inquiniamo" la naturalità della Foresta e non mettiamola in pericolo: non si può campeggiare né accendere fuochi all'aperto
  • Massimo rispetto nella Riserva Integrale: qui siamo ancora più ospiti della natura, rispettiamo quindi le indicazioni poste all'ingresso.
  • I cani fanno parte della categoria dei "predatori pericolosi" per la maggior parte della fauna locale: non portiamoli con noi.
  • I rifiuti non fanno parte dell'ambiente naturale: portiamoli via
  • Le aree pic-nic sono state create apposta per rendere più comoda la sosta, utilizziamole.
  • Non usciamo dai sentieri:oltre a non danneggiare nulla eviteremo la possibilità di essere attaccati dalle zecche.

Il silenzio è la porta magica che ci permetterà di vedere e di sentire la vita della natura che ci circonda, evitiamo quindi i rumori forti e magari spegniamo il cellulare, che qui non ha tra l'altro copertura sufficiente. I suoni della Foresta ci gratificheranno sicuramente.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste