Vai alla home di Parks.it
Parchi, Riserve ed altre Aree Protette in

Danimarca

Mappa interattiva
Banner nazionali per parlare direttamente agli appassionati dei parchi italiani

Le aree protette in Danimarca


Il 14% circa del territorio danese è tutelato in qualche forma, e circa un terzo delle aree protette appartiene alle categorie IUCN I o II. La Danimarca ha una lunga tradizione di protezione della natura: la prima legge in materia è infatti entrata in vigore nel 1917, ed é stata poi modificata varie volte.

In base a questa legge, un'area protetta può essere creata con diverse finalità, quali la conservazione della natura, degli habitat e degli animali selvatici, nonché delle sue virtù estetiche, storiche, scientifiche ed educative. Le aree protette create sulla base della Legge per la protezione della natura coprono circa l'8,5% del territorio danese; attraverso la Legge sulla caccia e la gestione della fauna selvatica sono state invece create più di 100 riserve naturali, per una superficie complessiva di 330.000 ettari. Lo scopo di queste aree, che sono soprattutto marine, è la tutela di zone per la riproduzione, il riposo e il nutrimento della fauna selvatica, specialmente degli uccelli. La maggior parte delle foreste danesi é inoltre protetta dalla Legge nazionale sulle foreste. Infine, i siti Natura 2000 (che si sovrappongono parzialmente con altre aree protette) rappresentano più dell'8% della superficie terrestre danese e più del 12% di quella marina.

I Parchi nazionali sono invece un fenomeno recente in Danimarca. La Legge 131 sui Parchi Nazionali è entrata in vigore nel 2006 e il primo parco nazionale, situato a Thy, è stato istituito nel 2008. I parchi nazionali sono attualmente tre, e ulteriori saranno istituiti nei prossimi anni. Prima dell'effettiva creazione è stato realizzato un lungo processo democratico, poiché l'istituzione di un parco nazionale dev'essere basata su di un ampio supporto a livello locale. Ogni parco nazionale è gestito in modo decentralizzato: il consiglio direttivo è nominato dal Ministero dell'Ambiente, ma i suoi membri devono avere, per quanto possibile, una stretta relazione con il territorio del parco.

I parchi nazionali danesi non sono musei: la gente vive, lavora e soggiorna nel loro territorio, parte del quale può essere costituito da proprietà privata. In un parco nazionale sono rappresentati alcuni dei paesaggi e delle caratteristiche naturali più peculiari della Danimarca, a cui viene attribuita importanza non solo dai danesi ma anche a livello internazionale. L'obiettivo è quello di avere parchi che rappresentino tutti i principali tipi di natura esistenti in Danimarca: saranno quindi incluse le foreste e la campagna coltivata, insieme a pascoli, piccoli paesi e comunità urbane.

L'ente centrale incaricato della protezione della natura in Danimarca è l'Agenzia per la natura (Naturstyrelsen), che è una divisione del Ministero dell'Ambiente.

Fonte: Danish Nature Agency, Convention on Biological Diversity

© 2018 - Parks.it