Vai alla home di Parks.it
 

Insetti sospetti fra la vegetazione a Pantelleria: non è processionaria, l’Ente Parco raccomanda semplici accorgimenti

(Pantelleria, 14 Giu 24) L'Ente Parco Nazionale Isola di Pantelleria ha avviato velocemente un monitoraggio a seguito di segnalazioni su insetti sospetti fra la vegetazione.

Si esclude ufficialmente che si tratti di processionaria; il bruco in questione è da riferire ad una falena nota come Orgyia trigotephras, già presente nell'anno passato, in particolare nella zona del Gibele. Si tratta di una specie polifaga che si nutre su numerose specie vegetali, tra cui quercia o leccio, corbezzolo, lentisco, ecc. Differentemente dal 2023 e in risposta ad un ulteriore boom demografico, l'Orgyia si è mossa anche verso i campi coltivati, cibandosi di qualsiasi cosa che trovi lungo il suo cammino. Le ragioni di questa esplosione sono da ricondurre a molteplici fattori fra i quali la mancanza dei predatori e il clima umido che sta caratterizzando il mese di giugno sia nell'anno passato che in questo.

La situazione è strettamente monitorata dall'Ente Parco in collaborazione con la Prof. Gabriella Lo Verde (Univ. Palermo - Dip. SAAF), referente del Parco per gli studi sulla distribuzione degli insetti impollinatori. A tal proposito saranno effettuati interventi di controllo biologico con l'utilizzo di un prodotto a base di Bacillus thuringiensis subsp. kurstaki (il ceppo attivo contro i lepidotteri), da applicare irrorando esclusivamente le piante con presenza di bruchi e quelle limitrofe, così da minimizzare l'impatto sulla fauna di lepidotteri delle aree coinvolte nel fenomeno.

Le aree a vegetazione arbustiva e arborea a Pantelleria possono essere frequentate adottando alcuni semplici accorgimenti, al fine di evitare il contatto con le setole urticanti che caratterizzano i bruchi di queste specie. Nel periodo di presenza dei bruchi, il personale adibito alla cura dei boschi deve obbligatoriamente indossare pantaloni lunghi e magliette che coprano le braccia al fine di evitare il contatto con la pelle. Gli escursionisti devono seguire le stesse indicazioni, evitando di portare con sé bambini ed animali da compagnia in aree dove è stata segnalata la presenza dei lepidotteri. Inoltre, deve essere evitato l'ingresso in aree densamente boscate e cespugliose dove non vi sia un sentiero per la normale fruizione del bosco.

bruco orgyia
bruco orgyia
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2024 - Ente Parco Nazionale Isola di Pantelleria