Vai alla home di Parks.it

Zona Speciale di Conservazione Bosco del Vaj e Bosc Grand

Carta d'identità
Cod. RN2000: IT1110009
Superficie: 1.444,00 ha
Province: TO
  • Riserva naturale del Bosco del Vaj (foto di Archivio ditta SAND)
  • Bacheca informativa nella Riserva Naturale del Bosco del Vaj (foto di Archivio ditta SAND)
  • Riserva naturale del Bosco del Vaj (foto di Fabrizio Nobili)
  • Erythronium dens-canis nel Bosco del Vaj (foto di Enrico Castello)
  • Manifestazione a cavallo nella Riserva del Bosco del Vaj (foto di Francesca Cruciata)

Il Bosco del Vaj ed il Bosch Grand si collocano nel settore nord-orientale della Collina Torinese, su un'area che, partendo dal Bric del Vaj, si estende in direzione sud, toccando il Bric Turniola e quindi il Bric del Cerro, sui rilievi che dividono Castagneto Po da Casalborgone e Rivalba. Quest'area collinare è caratterizzata da rocce sedimentarie di origine marina, scarsamente cementate e facilmente erodibili, dalle quali si è originata, per opera di alcuni rii con notevole capacità erosiva, una morfologia assai articolata. Ne risultano forti differenze microclimatiche e vegetazionali, che permettono di riconoscere, all’interno di un paesaggio collinare ampiamente boscato, tre tipologie principali di copertura forestale. La prima si trova sui versanti esposti a mezzogiorno, più caldi e aridi, caratterizzati da pendii dolci, ed è costituita essenzialmente da querceti di roverella (Quercus pubescens), con pino silvestre (Pinus sylvestris), cerro (Quercus cerris), castagno (Castanea sativa) e da estese formazioni erbose. Le pendici superiori e medie dei versanti settentrionali sono occupate, invece, da una vegetazione di tipo essenzialmente mesofilo con boschi di rovere (Quercus petraea), acero campestre (Acer campestre) e castagno, talora ospitanti il faggio (Fagus sylvatica). Infine, le pendici inferiori e le vallette più fresche dei versanti esposti a nord sono contraddistinte dalle specie vegetali caratteristiche del querco-carpineto misto mesofilo degli impluvi collinari.
Ai margini delle aree boscate si estendono ampie superfici a prato-pascolo, mentre il resto del territorio è frammentato in aree di limitata estensione occupate da seminativi residui, coltivi abbandonati, frutteti, vigne e pioppeti.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
Banner Locale per la promozione del territorio
© 2018 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese