Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Attuazione "Programma triennale degli interventi di controllo numerico del cinghiale nel Parco Regionale del Monte Cucco": avvio campagna di abbattimenti mediante tecnica del tiro da fisso per il periodo 20.10.2017-31.12.2017.

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE RESPONSABILE DELL’AREA N. 504 del 19-10-2017

(Sigillo, 25 Ott 17)

 

IL DIRIGENTE RESPONSABILE  DELL'AREA

 Premesso che per effetto della legge Regionale n. 24 del 23 Luglio 2007, dei decreti del Presidente della Giunta Regionale nn. 118 del 10.11.2008 e 142 dell'11.12. 2008, della D.G.R. n. 1764 del 15.12.2008, a partire dal 1° Gennaio 2009 l'Area Naturale Protetta Regionale denominata "Parco del Monte Cucco" è passata sotto la gestione della scrivente Comunità Montana, la quale subentra al preesistente Consorzio in tutti i rapporti attivi e passivi;

 Vista la LR 18/2011;

 Preso atto:

che con deliberazione del Commissario Liquidatore n. 21 del 13.04.2016, veniva approvato il "Programma triennale degli interventi di controllo numerico del cinghiale nel Parco Regionale del Monte Cucco";

che le tecniche per la riduzione numerica del cinghiale previste dal "Programma" precitato, sono quelle dell'aspetto e della cattura con gabbie;

Visto che con deliberazione n. 56 del 29.11.2016, il Commissario Liquidatore assumeva determinazioni operative per l'attuazione del "Programma" di cui trattasi, tra cui quella dell'avvio dello stesso, a far data dal 12.12.2016 e per la durata di tre anni;

 Posto:

che con Determinazione dirigenziale n. 615 dello 05.12.2016, veniva disposta la realizzazione di una campagna di abbattimenti con tecnica del tiro da fisso, dal 12.12.2016 e fino al 31.03.2017;

che alla data del 31.03.2017, si concludeva la campagna di abbattimenti precitata, con il risultato di n. 83 capi abbattuti;

che per il periodo della tarda primavera e dell'estate, questa Amministrazione valutava preferibile non disporre la ripresa del tiro da fisso, a cagione dell'intensificarsi della presenza umana in Area-Parco;

che durante l'estate, tuttavia, venivano autorizzati in via del tutto eccezionale, interventi mirati con la tecnica dell'aspetto, giustificati da situazioni di emergenza dovute alla concentrazione di cinghiali in aree relativamente circoscritte;

 Vista la delibera del Commissario liquidatore n. 35 del 20.09.2017, con cui veniva adottato in via sperimentale fino al 31.12.2017,  il nuovo "Regolamento delle operazioni finalizzate all'abbattimento di cinghiali all'interno del Parco del Monte Cucco mediante tecnica del tiro da fisso";

 Reputata opportuna una ripresa del tiro da fisso nella stagione autunnale, per le ragioni di seguito indicate:

dal 1° ottobre, è aperta la caccia in Area contigua, e di conseguenza è possibile realizzare una sorta di tenaglia entro cui stringere i cinghiali, secondo il consiglio vieppiù espresso dall'Osservatorio faunistico regionale;

è necessario valutare l'efficacia delle nuove regole adottate in via sperimentale con il "Regolamento delle operazioni finalizzate all'abbattimento di cinghiali all'interno del Parco del Monte Cucco mediante tecnica del tiro da fisso";

nel periodo autunnale, la montagna è meno frequentata e di conseguenza si abbassano le possibilità di incidenti tra selecontrollori e fruitori del Parco;

Ritenuto congruo per l'operatività degli abbattimenti mediante tiro da fisso, il periodo dal 20.10.2017 al 31.12.2017;

Posto:

che tra gli obiettivi del "Programma di riduzione numerica del cinghiale" di cui sopra, c'è quello di ridurre i conflitti con la popolazione locale, creando occasioni di incontro con le varie categorie di portatori di interessi, nelle diverse fasi della gestione operativa degli interventi;

che in ottemperanza all'esigenza di condivisione di cui al punto precedente, questa Amministrazione  organizzava un incontro con rappresentanti dei Comuni, degli organismi di vigilanza, delle sezioni venatorie, in data 02.10.2017, al fine di illustrare le nuove regole introdotte con il "Regolamento" precitato e per definire vari aspetti operativi della imminente campagna di abbattimenti con il tiro da fisso;

Preso atto che nel corso della riunione precitata, rappresentanti delle sezioni venatorie di Costacciaro, Fossato di Vico, Sigillo, chiedevano di aggiungere ai precedenti siti di appostamento e tiro, alcuni nuovi, dotati necessariamente delle caratteristiche della sicurezza e della probabile frequentazione da parte dei cinghiali;

Visto che in particolare, per il territorio di Costacciaro, veniva chiesto di aggiungere i siti di seguito illustrati:

LA FERBA

17

CERQUEMILLO

18

Atteso che per il territorio di Fossato di Vico, veniva chiesto di aggiungere i siti di seguito illustrati:

RANCHETTI BASSI

17

MACCHIA GROSSA

18

CASE TONI

19

 Posto che per il territorio di Sigillo, veniva chiesto di aggiungere i siti di seguito illustrati:

CURVA DELLE CESE

15

VAL DI RANCO

16

VALLETTA

17

PIAN DI MONTE

18

Valutato opportuno andare incontro alla esigenza manifestata dalle sezioni venatorie di Costacciaro, Fossato di Vico e Sigillo, nella prospettiva di ottimizzare i risultati dell'intervento;

Atteso che nei giorni successivi all'incontro, venivano determinate le coordinate di ciascun nuovo sito con il sistema GPS, a garanzia di una maggiore trasparenza e controllabilità, oltre a provvedere alla segnalazione di ogni sito sul terreno, mediante apposito paletto;

Preso atto che in conseguenza di quanto precede, l'elenco complessivo dei siti di appostamento e tiro, risulta dall'allegato A) al presente atto;

Atteso che venivano peraltro elaborate  n. 3 nuove ortofotocarte relative ai  Comuni di Costacciaro, Fossato di Vico e Sigillo, recanti l'esatta ubicazione degli ulteriori siti di appostamento e tiro sul territorio, che non possono essere allegate digitalmente al presente atto, in quanto realizzate in un formato elettronico di dimensioni superiori a quelle consentite dal sistema Halley, ma che in forma cartacea sono conservate presso gli uffici del Parco e messe a disposizione di chi ne abbia interesse;

Considerato:

che nel corso dell'incontro del 2 ottobre u.s., il Commissario Liquidatore esprimeva l'intenzione di questa Amministrazione di sostenere per un altro anno la spesa per l'effettuazione dell'esame trichinoscopico su tutti i capi da abbattere, qualora l'Azienda USL Umbria1 avesse confermato per lo stesso periodo l'ammissione al pagamento della tariffa forfettaria;

che con nota prot. n. 10633 del 10.10.2017, il Commissario Liquidatore chiedeva alla Azienda USL Umbria 1 di concedere per un altro anno la tariffa forfettaria;

che la Azienda USL Umbria1 rispondeva con comunicazione del 17.10.2017, acquisita al protocollo con il n. 10948, ammettendo la scrivente Amministrazione al pagamento forfettario della tariffa per l'esame trichinoscopico per il periodo di un anno, per la cifra di € 50,00;

Vista pertanto la necessità di impegnare la somma di € 50,00 al cap. 700, voce 490 del bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario, impegno n. 227/2017, per il pagamento a favore della Azienda USL Umbria 1, della tariffa forfettaria di € 50,00, per l'effettuazione dell'esame per la ricerca della trichinella su tutti i cinghiali che verranno abbattuti in Area-Parco con entrambe le tecniche, per il secondo anno di durata del "Programma di riduzione numerica del cinghiale";

Vista altresì la necessità di procedere alla liquidazione della somma di € 50,00 al cap.700, voce 490 del bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario, impegno n. 227/2017, a favore della Azienda USL Umbria 1, tramite bonifico bancario, IBAN IT 97 X 02008 03039 000102418453, con la seguente causale "Diritti sanitari veterinari, controllo sanitario cinghiali, campagna venatoria 2017/2018";

Preso altresì atto che nel corso dell'incontro di cui sopra, il Responsabile del Servizio di Recupero dei cinghiali feriti del Parco, Gunther Mittenzwei, dichiarava la disponibilità sua e dei suoi collaboratori, ad operare gratuitamente per un altro anno di operatività del "Programma di riduzione numerica del cinghiale";

Visto che, alla luce dell'art. 8 del "Regolamento delle operazioni finalizzate all'abbattimento di cinghiali all'interno del Parco del Monte Cucco mediante tecnica del tiro da fisso", si rende necessario da parte dei selecontrollori operanti nei 4 settori del Parco, individuare i rispettivi "Referenti" e i sostituti degli stessi;

Posto che, in riferimento a quanto precede, sono pervenute a questa Amministrazione le seguenti comunicazioni:

  1. Settore di Costacciaro, nota acquisita al protocollo con il n. 10922 del 17.10.2017, Referente Antonio Bicchielli, nato a Costacciaro lo 01.12.1948, sostituto del Referente Giulio Coldagelli, nato a Gubbio il 15.08.1966;
  2. Settore di Sigillo, nota acquisita al protocollo con il n. 11064 del 19.10.2017, Referente Giuseppe Bocci, nato a Gualdo Tadino il 19.06.1981, sostituto del Referente Antonio Fugnanesi, nato a Costacciaro il 15.08.1961;
  3. Settore di Fossato di Vico, nota acquisita al protocollo con il n. 11075 del 19.10.2017, Referente Doriano Galassi, nato a Gualdo Tadino il 19.11.1988, sostituto del Referente Rodolfo Bonucci, nato a Nocera Umbra lo 09.05.1966;

Preso atto:

che dal settore di Scheggia e Pascelupo, non è pervenuta alcuna comunicazione;

che pertanto non è possibile ad oggi disporre nel territorio di Scheggia e Pascelupo, l'avvio della campagna di abbattimenti con tecnica del tiro da fisso;

Rammentato che alla luce dell'art. 2  del "Regolamento" precitato, tutti i selecontrollori iscritti all'apposito Albo, sono automaticamente autorizzati a partecipare alle operazioni finalizzate all'abbattimento con tecnica del tiro da fisso, purchè ricorrano in capo agli stessi, le seguenti condizioni:

  •  validità della licenza di porto di fucile ad uso di caccia;
  •  effettuazione dei versamenti annuali riferiti alla licenza di porto di fucile ad uso di caccia;
  •  validità della polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi;
  •  possibilità di appropriarsi di capi di cinghiale nell'anno solare di riferimento, a titolo di rimborso delle spese  ed esclusivamente per autoconsumo, secondo quanto consentito dall'art. 4 dello stesso Regolamento;

DETERMINA

 

di richiamare tutto quanto espresso nella parte narrativa del presente atto;

  • di disporre una campagna di abbattimenti mediante tiro da fisso per il periodo dal 20.10.2017 al 31.12.2017;

 

di disporre l'introduzione di nuovi siti di appostamento e tiro, nei Comuni di Costacciaro, Fossato di Vico, Sigillo, che vanno ad aggiungersi ai preesistenti, secondo quanto di seguito illustrato:

COSTACCIARO

LA FERBA

17

CERQUEMILLO

18

           FOSSATO DI VICO

RANCHETTI BASSI

17

MACCHIA GROSSA

18

CASE TONI

19

           SIGILLO

CURVA DELLE CESE

15

VAL DI RANCO

16

VALLETTA

17

PIAN DI MONTE

18

di prendere atto che per quanto precede, l'elenco completo dei siti di appostamento e tiro utilizzabili per la tecnica dell'aspetto in Area-Parco, risulta dall'allegato A) al presente atto;

di dare atto che sono state elaborate n. 3 nuove ortofotocarte relative ai Comuni di Costacciaro, Fossato di Vico e Sigillo, recanti l'esatta ubicazione degli ulteriori siti di appostamento e tiro sul territorio, che non possono essere allegate digitalmente al presente atto, in quanto realizzate in un formato elettronico di dimensioni superiori a quelle consentite dal sistema Halley, ma che in forma cartacea sono conservate presso gli uffici del Parco e messe a disposizione di chi ne abbia interesse;

  • di prendere atto della corrispondenza intercorsa tra il Commissario Liquidatore e l'Azienda USL Umbria1, e conseguentemente confermare per un altro anno l'assunzione da parte di questa Amministrazione, della spesa relativa alla tariffa forfettaria per l'effettuazione dell'esame trichinoscopico per tutti i capi che verranno abbattuti in Area-Parco con entrambe le tecniche, per l'ammontare di € 50,00;
  •  di impegnare la somma di € 50,00 al cap. 700, voce 490 del bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario, impegno n. 227/2017, per il pagamento a favore della AUSL Umbria 1, della tariffa forfettaria di € 50,00, per l'effettuazione dell'esame per la ricerca della trichinella su tutti i cinghiali che verranno abbattuti in Area-Parco con entrambe le tecniche, per il secondo anno di durata del "Programma";
  • di liquidare la somma di € 50,00 al cap. 700,  voce 490 del bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario, impegno n. 227/2017, a favore della AUSL Umbria 1, tramite bonifico bancario, IBAN IT 97 X 02008 03039 000102418453, con la seguente causale "Diritti sanitari veterinari, controllo sanitario cinghiali, campagna venatoria 2017/2018";
  • di prendere altresì atto che nel corso dell'incontro più volte citato, il Responsabile del Servizio di Recupero dei cinghiali feriti del Parco, Gunther Mittenzwei, dichiarava la disponibilità sua e dei suoi collaboratori, ad operare gratuitamente per un altro anno di operatività del "Programma";
  • di prendere atto che alla luce dell'art. 8 del "Regolamento delle operazioni finalizzate all'abbattimento di cinghiali all'interno del Parco del Monte Cucco mediante tecnica del tiro da fisso", si rende necessario da parte dei selecontrollori operanti nei 4 settori del Parco, individuare i rispettivi "Referenti" e i sostituti degli stessi;
  • di prendere atto che, in riferimento a quanto precede, sono pervenute a questa Amministrazione le seguenti comunicazioni:

- Settore di Costacciaro, nota acquisita al protocollo col n. 10922 del 17.10.2017, Referente Antonio Bicchielli, nato a Costacciaro lo 01.12.1948, sostituto del Referente Giulio Coldagelli, nato a Gubbio il 15.08.1966;

- Settore di Sigillo, nota acquisita al protocollo con il n. 11064 del 19.10.2017, Referente Giuseppe Bocci, nato a Gualdo Tadino il 19.06.1981, sostituto del Referente Antonio Fugnanesi, nato a Costacciaro il 15.08.1961;

- Settore di Fossato di Vico, nota acquisita al protocollo con il n. 11075 del 19.10.2017, Referente Doriano Galassi, nato a Gualdo Tadino il 19.11.1988, sostituto del Referente Rodolfo Bonucci, nato a Nocera Umbra lo 09.05.1966;

  • di prendere atto che dal settore di Scheggia e Pascelupo non è pervenuta ad oggi alcuna comunicazione, e che pertanto non è possibile ad oggi disporre in quel territorio, l'avvio della campagna di abbattimenti con tecnica del tiro da fisso;

di disporre pertanto che la campagna di abbattimenti con tecnica del tiro da fisso che si inaugura col presente atto, sia limitata ai settori corrispondenti ai Comuni di Costacciaro, Fossato di Vico, Sigillo;

di rammentare che che alla luce dell'art. 2  del "Regolamento" precitato, tutti i selecontrollori iscritti all'apposito Albo, sono automaticamente autorizzati a partecipare alle operazioni finalizzate all'abbattimento con tecnica del tiro da fisso, purchè ricorrano in capo agli stessi, le seguenti condizioni:

-validità della licenza di porto di fucile ad uso di caccia;

-effettuazione dei versamenti annuali riferiti alla licenza di porto di fucile ad uso di caccia;

- validità della polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi;

- possibilità di appropriarsi di capi di cinghiale nell'anno solare di riferimento, a titolo di rimborso delle spese ed esclusivamente per autoconsumo, secondo quanto consentito dall'art. 4 dello stesso Regolamento;

  • l  di individuare nel funzionario Paola Stocchi il responsabile del procedimento ai sensi dell'art.5 della L. 241/1990.

 Allegato A) alla D.D. n.      dello    

ELENCO SITI APPOSTAMENTO E TIRO

N.

COMUNE

DENOMINAZIONE DEL SITO

COORDINATE

SITO

1

FOSSATO DI VICO

BORGHETTO

4319342

1245370

2

FOSSATO DI VICO

FELCETI ALTI

4319490

1247229

3

FOSSATO DI VICO

LE CESE

4320244

1246827

4

FOSSATO DI VICO

IL POGGIO

4319815

1246484

5

FOSSATO DI VICO

VERCATA  ALTA

4319520

1246524

6

FOSSATO DI VICO

FELCETI BASSI

4319456

1246949

7

FOSSATO DI VICO

INTASSAIE BASSE

4318879

1247408

8

FOSSATO DI VICO

CASA  TEGLIO

4318241

1245825

9

FOSSATO DI VICO

CASA  FRONZOLESCA

4318308

1246516

10

FOSSATO DI VICO

CANALECCHIA

4318566

1247324

11

FOSSATO DI VICO

MONTE LA CROCE

4318907

1246421

12

FOSSATO DI VICO

TROSCIARELLA

4319344

1246792

13

FOSSATO DI VICO

ALCETO

4318383

1248098

14

FOSSATO DI VICO

SFORCATURA

4318714

1247748

15

FOSSATO DI VICO

INTASSAIE ALTE

4318879

1247408

16

FOSSATO DI VICO

PIAN DEL PRATO

4318728

1246902

17

FOSSATO DI VICO

RANCHETTI BASSI

4320067

1246762

18

FOSSATO DI VICO

MACCHIA GROSSA

4320055

1247315

19

FOSSATO DI VICO

CASE TONI

4318290

1246709

1

SIGILLO

SCIRCA

4320959

1244130

2

SIGILLO

CAMPO IORNI

4320911

1245667

3

SIGILLO

RAVONI

4320472

1246267

4

SIGILLO

PRATI DI NOFEGGE

4319912

1245719

5

SIGILLO

CAMPOGIANNI

4319464

1245109

6

SIGILLO

IL  GIOGO

4320792

1244849

7

SIGILLO

COLLE  CROCE

4320343

1244167

8

SIGILLO

S. MARTINO

4319776

1244914

9

SIGILLO

ALBORACCIO

4320752

1246012

10

SIGILLO

LE PEZZE

4320633

1243868

11

SIGILLO

IL PIOPPO

4321064

1244167

12

SIGILLO

BALZE CESE

4320199

1246330

13

SIGILLO

CROCE CAPODAIO

4320369

1244663

14

SIGILLO

DISCARICA BALSONE

4320063

1245365

15

SIGILLO

CURVA DELLE CESE

4320394

1246749

16

SIGILLO

VAL DI RANCO

4321320

1246210

17

SIGILLO

VALLETTA

4321307

1245493

18

SIGILLO

PIAN DI MONTE

4321493

1245033

1

COSTACCIARO

CAPRILE

4322105

1242373

2

COSTACCIARO

CASE NUOVE

4321189

1243284

3

COSTACCIARO

COLDAGELLO

4322970

1240961

4

COSTACCIARO

MASTADELLA

4321784

1242570

5

COSTACCIARO

PIAN DI SPILLI

4323351

1242564

6

COSTACCIARO

FONTE POZZUOLO

4323576

1242097

7

COSTACCIARO

PIE' LA ROCCA

4322990

1241342

8

COSTACCIARO

POGGIO FOCE

4322933

1242271

9

COSTACCIARO

LISCARELLE

4323369

1243405

10

COSTACCIARO

LA PIGNOLA

4321516

1243759

11

COSTACCIARO

MONTE LE GRONDE

4323001

1243558

12

COSTACCIARO

ACQUA PASSERA

4322952

1244692

13

COSTACCIARO

RANCO D'ALPIANO

4322716

1243721

14

COSTACCIARO

SASSO PECORACCIO

4322401

1243250

15

COSTACCIARO

RIFUGIO PASTORE

4322970

1242824

16

COSTACCIARO

PIANACCIA

4321399

1243597

17

COSTACCIARO

LA FERBA

4323252

1241075

18

COSTACCIARO

CERQUEMILLO

4323267

1241438

Visto per la regolarità contabile attestante la copertura finanziaria della presente determinazione (art. 151, comma 4, D.Lgs. 267/2000)

Città di Castello, 19-10-2017

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

 LUANA MAGENTA

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

 PAOLA STOCCHI

IL DIRIGENTE

Dott. EMILIO BELLUCCI

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Comunità Montana Alta Umbria