Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

La Riserva di Biosfera dell'Appennino Tosco Emiliano in casa UNESCO a Parigi per il Ministero dell'Ambiente – 19 Giugno 2019

(Sassalbo, 17 Giu 19) E' la Biosfera dell'Appennino Tosco-Emiliano la Riserva incaricata dal Ministero dell'Ambiente a organizzare la partecipazione dell'Italia alla 31a sessione del "Man and the Biosphere Programme International Co-ordinating Council (MAB-ICC)", la conferenza internazionale che si terrà a Parigi presso la sede UNESCO dal 17 al 21 giugno.

Durante il Consiglio sarà presentato il report dal titolo "Italian biosphere reserves – a rising network" che descriverà con apposite video-animazioni la crescita in termini numerici e di estensione delle Biosfere italiane. Così come metterà in evidenza la capacità di sviluppare nuove attività, anche avvalendosi del valore aggiunto del far parte del network internazionale MAB, che si traduce in stimoli, positive collaborazioni e scambi.

Il Presidente Fausto Giovanelli - coordinatore della Biosfera dell'Appennino tosco-emiliano - interverrà nella sessione dedicata ai beni e servizi per presentare alcuni progetti e prodotti collegati ai brand delle Riserve, in particolare descriverà alcune esperienze delle Alpi Giudicarie, dell'Appennino tosco-emiliano e del Delta del Po. Come concreto esempio delle buone pratiche saranno allestiti appositi stand per descrivere i prodotti e i progetti che hanno beneficiato dei brand elaborati dalle Riserve.

Chiuderà la giornata il contest "Taste and discover italian Biosphere Reserves", dedicato alla cultura del cibo e alla sostenibilità, durante il quale i delegati potranno partecipare a una degustazione guidata di prodotti tipici e piatti espressione della cultura gastronomica e dell'economia delle nostre MAB. La Biosfera dell'Appennino Tosco-Emiliano ha coinvolto ALMA, Scuola Internazionale di Cucina Italiana, che per suggellare e testimoniare la qualità e la cultura della nostra cucina e dei prodotti agroalimentari ha ideato l'esperienza gastronomica che sarà strutturata in tre percorsi, ognuno con un Maestro d'Arte e Mestiere di riferimento: Renato Brancaleoni per i formaggi, Massimo Spigaroli guiderà gli ospiti nel mondo dei salumi ed Enzo Crivella si occuperà della dolce conclusione: il gelato. Questo percorso gastronomico sarà supportato da una mostra, composta da 15 pannelli, sulle MAB Italiane, la biodiversità e la sostenibilità alimentare.

La serata del 19 sarà anche l'occasione per festeggiare la proclamazione di due nuove RB italiane: Alpi Giulie e Po grande.


Tra i prodotti che la Biosfera dell'Appennino tosco-emiliano presenterà a Parigi ci sono il Parmigiano Reggiano bio dell'Azienda Biologica Montagnana di Ravarano (PR) e il maiale nero dell'Azienda Ca' Mezzadri di Corniglio (PR).
"Nel 2015, quando l'Appennino tosco-emiliano è stato proclamato MAB UNESCO, a Parigi hanno festeggiato con il culatello di maiale nero prodotto dalla nostra azienda - spiega Silvia Gerbella, di Ca' Mezzadri - quest'anno non potevamo mancare. Per l'occasione abbiamo scelto un prodotto d'eccellenza: un prosciutto di suino nero di Parma avverato allo stato brado, stagionato 60 mesi. Si tratta di una piccola produzione limitata di altissima qualità che lo chef Alberto Lamberti taglierà al coltello".
Accanto al Prosciutto non poteva mancare un gran Parmigiano Reggiano. "Siamo onorati di essere presenti ad un appuntamento così importante per le MAB UNESCO - spiega Nicolas Ablondi dell'Azienda Montagnana - di rappresentare la gastronomia italiana con il nostro parmigiano e avere la possibilità di raccontare le logiche che guidano la nostra imprenditorialità. Essere presenti oggi all'UNESCO significa concretizzare un'idea che abbiamo condiviso con la MAB Appennino e valorizzare il brand "I Care appennino". Per noi "prendersi cura dell'Appennino" vuol dire vivere e lavorare nel nostro territorio mettendo al primo posto qualità, rispetto e sostenibilità. Infatti, il progetto "filiera corta e sostenibile" ha l'obiettivo di creare cultura e punti di incontro tra altre realtà virtuose fatta di piccoli produttori legati al territorio e  consumatori attenti alle tematiche della sostenibilità e genuinità del prodotti."

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ufficio Riserva MAB Appennino Tosco-Emiliano