Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Albergo diffuso: dalla realtà di Corfino a quella in divenire di Castelnuovo

La storia di Davide Santi e la sua famiglia

(Corfino, 10 Ago 20) La storia di Davide Santi è la storia di un giovane che ha ben chiaro il suo obiettivo finale: vivere in Garfagnana, vivere la Garfagnana.

Per farlo, Davide, 33 anni da Corfino, frazione di "villeggiatura" del comune di Villa Collemandina (Lucca), ha investito sul territorio e con l'aiuto della sua famiglia ha avviato il primo, e per ora unico, progetto di Albergo Diffuso in Garfagnana.

Infatti, il comune di Castelnuovo di Garfagnana ha avviato una manifestazione d'interesse per realizzare un'attività similare in pieno centro storico.

"Avevo iniziato a studiare Biologia a Pisa – racconta Davide Santi – ma non era la mia strada e così ho mollato. Decisivo è stato l'incontro con Giancarlo Dall'Ara, il "creatore" del modello di ospitalità dell'Albergo Diffuso. Era il 2012 e la mia famiglia stava ristrutturando la casa dei nonni che è diventata la struttura principale del mio progetto. Poi da due anni ho preso in gestione il Rifugio Isera nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano".

L'Albergo Diffuso La Pietra Antica è dislocato in Corfino, a due passi dal Parco, in piena Riserva di Biosfera.

"È un tipo di accoglienza speciale – spiega Davide – un po' casa e un po' albergo. Un modello di ospitalità per chi vuole vivere la quotidianità di un paesino come Corfino. Non è facile, però tanti cercano questa soluzione e penso che questa tendenza andrà migliorando. C'è una maggior cura del cliente, questo fa la differenza".

Infatti, oltre ai normali servizi da struttura ricettiva, cui si aggiunge l'info point del Parco Nazionale, sono tante le attività che Davide propone ai suoi ospiti: escursioni, pernottamenti in alpeggio, raccolta libera dei prodotti del sottobosco, passeggiate in mtb o a cavallo, ciaspolate, caccia fotografica, cene tipiche e visite in tutta l'area circostante. Davide non è solo, ha con sé la famiglia, la sua forza.

"Papà Riccardo è pensionato e un grande appassionato di escursioni. Quando arrivano i clienti, li cattura con le sue storie e con le sue foto. Poi c'è mamma Daniela che ha un panificio e mio fratello Michael che a breve aprirà un'azienda agricola. Infine Francesca, la mia compagna, veterinaria e guida escursionista, ha dato un valore aggiunto".

Anche Castelnuovo vorrebbe proporre l'accoglienza tipica dell'Albergo Diffuso.

"Crediamo in una vocazione turistica del territorio – dice l'assessore al turismo Alessandro Pedreschi – la filosofia di accoglienza di queste strutture è globale, prevede una cura dell'utente che va oltre il solo pernottamento e il nostro scopo è coinvolgere le attività commerciali e i servizi in maniera organizzata secondo uno studio fatto dall'Università di Firenze".

(Luca Dini)

Albergo Diffuso La Pietra Antica
da sinistra Davide Santi, il padre Riccardo, il fratello Michael e lo zio Antonio
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ufficio Riserva MAB Appennino Tosco-Emiliano