Vai alla home di Parks.it

Riserva Naturale delle Rocche di Antignano

 
Carta d'identità
Superficie: 78.47 ha
Province: AT
nome fotografia1
Fiume Tanaro presso le Rocche di Antignano (foto di Archivio Ente di gestione del Parco Paleontologico Astigiano)
nome fotografia2
(foto di Archivio Ente di gestione del Parco Paleontologico Astigiano)
nome fotografia3
(foto di Archivio Ente di gestione del Parco Paleontologico Astigiano)

Sulle rive del fiume Tanaro è stata recentemente istituita la Riserva Naturale. L'area risulta di grande interesse ambientale legata strettamente al fiume. In particolare presso la frazione Perosini, verso la valle, si arriva all'area protetta delle Rocche. Il paesaggio collinare è caratterizzato da vigneti, piante di ciliegio e di nocciole. In ottima posizione paesaggistica sono le frazioni dei Gonella e dei Perosini. L'area è rinomata anche per la riserva di pesca ricca di specie ittiche. Sulle sponde del fiume fu ritrovata una piroga di origine basso medioevale, oggi conservata, insieme all'elmo etrusco e altri reperti archeologici, nel Museo di Antichità di Torino.
Dal punto di vista geologico il fiume sinuoso, erode lateralmente fino ad incidere il substrato, formato dalle "Argille Azzurre" plioceniche che nei periodi di secca affiora dal letto. Le Rocche segnano proprio il limite attuale del grande fenomeno di erosione regressiva sviluppatosi, migliaia di anni fa, in seguito all'evento di cattura del Tanaro.
La scarpata incisa dal corso d'acqua è modellata in forma di calanchi e lame affilate alla base, dove affiorano argille e marne a guisa di piramidi di terra alla sommità formata dalle sabbie di Asti: tali morfologie sono analoghe per genesi alle "Rocche del Roero".
Oggi la Riserva è attraversata da strade campestri ombreggiate da querce, pioppi e salici con un'interessante vegetazione acquatica che dà ospitalità a una ricca fauna in particolare con nidificazione di specie di uccelli rari.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
Carta d'identità
Superficie: 78.47 ha
Province: AT
Mostratevi online ai lettori di Parks.it
© 2022 - Ente di gestione del Parco Paleontologico Astigiano