Vai alla home di Parks.it
Parchi, Riserve ed altre Aree Protette in

Spagna

Mappa interattiva
Banner nazionali per parlare direttamente agli appassionati dei parchi italiani

Le aree protette in Spagna


In Spagna, possono essere dichiarati "aree protette" gli spazi del territorio nazionale che contengano elementi e sistemi naturali rappresentativi, singolari, fragili, minacciati o di particolare interesse; oppure che siano specificamente dedicati alla protezione della biodiversità, della geodiversità e delle risorse naturali e culturali ad essa associate.

L'istituzione e la gestione delle aree protette in Spagna è di competenza delle singole Comunità Autonome (fanno eccezione i Parchi Nazionali, che sono istituiti dal governo centrale su proposta della comunità autonoma pertinente, che sarà poi responsabile della gestione del parco). La principale legge spagnola sulla protezione del patrimonio naturale è la L. 42/2007, che elenca le possibili tipologie di area protetta:

  • Parchi (tra cui i Parchi Nazionali, regolamentati da legislazione specifica)
  • Riserve naturali
  • Aree marine protette
  • Monumenti naturali
  • Paesaggi protetti

La legge integra inoltre le disposizioni relative alle aree protette istituite su base internazionale, ad esempio le Riserve UNESCO della Biosfera, nonché le aree protette della Rete Natura 2000.  

I Parchi Nazionali, il cui quadro giuridico è definito nella Legge 5/2007, sono definiti come spazi naturali di alto significato ecologico e culturale, scarsamente influenzati dall'attività umana e che, in ragione della bellezza dei paesaggi, della rappresentatività degli ecosistemi o della singolarità della flora, fauna, geologia o geomorfologia, possiedono un particolare valore ecologico, estetico, culturale, educativo e scientifico la cui conservazione merita speciale attenzione ed è considerata interesse generale dello Stato. Ad ogni Parco Nazionale corrisponde una "zona periferica di protezione", che confina con il territorio del parco ed ha la funzione di proiettare i valori del parco anche nelle zone circostanti e di ammortizzare l'impatto ecologico proveniente dall'esterno sul territorio del parco.

La Spagna fu uno dei primi Paesi del continente a istituire Parchi Nazionali (nel 1918 furono istituiti il Parco Nazionale della Montaña de Covadonga e il Parco Nazionale di Ordesa). Attualmente, la "Red de Parques Nacionales", costituita da 14 aree, rappresenta un sistema integrato di protezione e di gestione degli spazi più importanti del patrimonio naturale spagnolo.

Sia l'estensione che il numero delle aree protette istituite sono aumentati in modo considerevole negli ultimi anni, per un totale di circa quattro milioni di ettari distribuiti in più di 700 spazi naturali.

Fonti: Ministero dell'Ambiente, Rete dei Parchi Nazionali

© 2017 - Parks.it