Vai alla home di Parks.it

Area Naturale Protetta del Monteferrato

 

Tessere un fiore…tessuto, stampato, disegnato

(20 Mag 10) Il territorio della provincia di Prato ha un grande patrimonio naturalistico e ambientale che, con l'istituzione di sette Aree Protette che compongono il Sistema Provinciale, è necessario salvaguardare e valorizzare.
Salvaguardia e valorizzazione si attuano anche attraverso la divulgazione del nostro patrimonio naturalistico ed è per questo che l'Area Protetta del Monteferrato, coinvolgendo associazioni e collezionisti privati, ha voluto realizzare questa mostra, che ha un elevato valore didattico e mette in risalto uno strettissimo rapporto tra l'uomo e la natura con un senso di reciproco rispetto.  
La mostra è un'occasione importante per conoscere la bellezza ed il fascino di tanti fiori e piante, all'apparenza banali, che fanno parte del nostro quotidiano sotto molti aspetti.
Fiori, frutti e foglie, vengono presentati in quanto essere viventi da Antonino Messina che ci racconta il ciclo della loro vita e la loro identità botanica.
Gli stessi fiori, frutti e foglie hanno anche uno stretto rapporto con l'uomo, soprattutto in questa terra di Prato strettamente legata al tessile; ecco allora che Cinzia Menichetti ci mostra come questi elementi naturali, nell'arco dei secoli, sono entrati nel mondo del tessuto.
E' doveroso ringraziare coloro che hanno lavorato a questa mostra con entusiasmo e con la passione per la conoscenza da mettere a disposizione della collettività. Ringrazio  in particolare Cinzia ed Antonino, per averci presentato, in modo curioso e niente affatto banale, un frammento del nostro mondo.

Una mostra, anche quando è realizzata con il minimo delle energie, ha la forza di creare nuovi spunti di riflessione per chi la cura  e per la città che la ospita.
Oggi, nella Sala delle Feste di Palazzo Vestri, i saperi legati alla ricchezza  del patrimonio naturale che la città di Prato possiede, si sono incontrati, con l'appassionata conoscenza del collezionismo privato, la tradizione artigianale e l'attività produttiva tessile, per creare un Unicum.

Un giardino immaginario, composto da preziosi frammenti tessili, manufatti e dipinti, che vanno dal diciassettesimo secolo ai nostri giorni, si aprirà davanti ai vostri occhi.
Una mostra punteggiata da stoffe, pizzi, passamanerie, campionari, disegni; tutti rigorosamente a motivi vegetali.Un percorso espositivo connotato da schede botaniche, aneddoti, riferimenti tessili  dove i significati  iconologici s'intrecciano con cotoni, sete, lini. Fragili testimonianze del nostro passato tradotte in rasi, damaschi, broccati, velluti, tessuti stampati. Segni tangibili che l'attuale capacità dell'uomo di produrre tessuti preziosi e raffinati ci provenga da secoli di conoscenze artistiche e tecnologiche rivolte all'attenzione particolare per l'evolversi del gusto e del costume.
Sinergie pubbliche, associazionistiche e private che convergono in un unico sentiero virtuale dove i tessuti ed i disegni sono raggruppati per soggetto  vegetale e, quando possibile, seguendo cromie e tecniche esecutive diverse, vengono rappresentati rispettando la cronologia esecutiva.

Programma
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Comuni di Montemurlo, Prato e Vaiano, Provincia di Prato, Comunità Montana