Vai alla home di Parks.it
Segnalazioni

Rinvenuti due lupi morti nel Parco

(Sulmona, 29 Nov 11) Domenica 27 novembre un turista ha segnalato al 1515 del Corpo Forestale dello Stato il rinvenimento, in località La Posta del Comune di Ateleta, dei corpi di due lupi morti e di una volpe. Probabilmente vittime di avvelenamento. 
Sono tempestivamente intervenuti sul posto il Coordinamento Territoriale per l'Ambiente (CTA), la ASL e i tecnici dell'Ente Parco Nazionale della Majella provvedendo ad isolare la zona e ad avviare le procedure di accertamento e successiva bonifica dell'area interessata, sulla base dei protocolli vigenti. Il G.O.S. (Gruppo Operativo Specialistico) del Parco, un'unità di indagine specialistica per i servizi di emergenza negli episodi di repressione della mortalità illegale di lupo, composta dai tecnici e dal personale del CTA del Parco, che interviene con metodologie e strumentazioni d'avanguardia ha immediatamente provveduto a rilevare e prelevare nell'area tutti i campioni utili aventi attinenza con l'episodio, che, insieme agli animali morti sono stati prelevati e trasferiti presso il Centro di Medicina Forense Veterinaria di Grosseto dell'Istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana, dove saranno sottoposti a tutti i rilievi e le analisi del caso.
Il Parco si è inoltre prontamente attivato ad attuare le necessarie operazioni di bonifica dell'area. La ricerca di eventuali altre tracce e carcasse di animali, da parte dei tecnici e del CTA del Parco, proseguiranno nei prossimi giorni con la collaborazione dei Gruppi cinofili antiveleni del progetto Life Antidoto del Parco Nazionale del Gran Sasso.
Vittime di faida o di atto pianificato? Ogni ipotesi al momento è priva di riscontri oggettivi.
Le indagini al riguardo, avviate dal personale del CTA del C.F.S. del Parco comunque proseguiranno serrate in tutte le possibili direzioni nei prossimi giorni, in attesa di ricevere i primi risultati e referti dall'Istituto Zooprofilattico.
Profondo rammarico è stato espresso dal Commissario Straordinario del Parco, Franco Iezzi per il danno arrecato alla fauna del Parco, alla sua immagine, a quella del territorio e dell'intera regione Abruzzo.
Area Protetta: PN Majella  |  Fonte: PN Majella
 
sharePrintshareMailshareFacebookshareDeliciousshareTwitter
© 2021 - Parks.it