Vai alla home di Parks.it
Segnalazioni

I molinieti delle Valli del Mincio: 110 ettari di eccezionale ricchezza

I dati emersi nel corso del webinar tenuto dai naturalisti Leandri, Buzzetti e Bardiani confermano lo straordinario valore naturalistico dell’area
(Mantova, 29 Mar 21)

"Le Valli del Mincio racchiudono 110 ettari caratterizzati da un'eccezionale ricchezza fitogeografica, che non ha eguali nel resto della Pianura Padana". A confermare lo straordinario valore ecologico dei molinieti delle Valli del Mincio, habitat tutelati e gestiti dal Parco del Mincio, sono stati gli entomologi Fausto Leandri, Filippo Maria Buzzetti e Marco Bardiani nel corso del webinar dedicato al ritrovamento di una popolazione di Grillastro marmorato (Zeuneriana marmorata) nei prati umidi della riserva naturale. 

La Zeuneriana marmorata è una specie giudicata minacciata dall'Unione Internazionale per la conservazione della Natura (IUCN) nella Lista Europea degli ortotteri. La sua progressiva scomparsa ebbe inizio nel '900, in concomitanza con la diffusione dei trattamenti antimalarici nella laguna veneta. Rare presenze vennero successivamente attestate lungo il litorale veneto e friulano e nell'entroterra sloveno, tutte le popolazioni attualmente note di Grillastro marmorato sono di piccole dimensioni e fra loro disgiunte.

Fu perciò una scoperta inattesa per i ricercatori, l'avvistamento di un giovane esemplare nel 2019 nei molinieti delle Valli del Mincio, a cui seguirono continuative osservazioni nel 2020 con l'individuazione di una florida popolazione. Le indagini sono state intraprese durante i monitoraggi faunistici coordinati dalla Fondazione Lombardia per l'Ambiente nell'ambito del Progetto Life IP Gestire 2020, realizzato con i contributi LIFE* della Commissione Europea e di Regione Lombardia, e sono poi proseguite in autonomia con finalità e metodiche specifiche alla ricerca del grillastro marmorato. 

I prati inondati a Molinia caerulea nelle Valli del Mincio sono un vero e proprio scrigno di biodiversità, in cui vivono specie poco diffuse negli ambienti planiziali, che qui hanno trovato rifugio all'inizio dell'ultimo postglaciale, tra le quali per esempio Gentiana pneumonanthe, Parnassia palustris, Epipactis plaustris, Eleochiaris palustris, Thelypteris palustris , Dactylorhiza incarnata, Carex panicea, Carex distans. A queste si aggiunge la "straordinaria" presenza dell'orchidea Liparis loeselii, specie rarissima – elencata in Allegato II della Direttiva Habitat e riscontrata dall'Università di Parma nell'estate 2019.

L'entomofauna esclusiva di questi habitat era già stata messa in rilievo una decina di anni fa, quando vennero individuate popolazioni isolate di due specie di farfalle, praticamente assenti nel resto della Pianura Padana, la Melitaea diamina e la Maculinea alcon, a cui si aggiunge la Lycaena dispar, un bellissimo licenide protetto ai sensi della Direttiva Habitat. 

Zeuneriana marmorata: SLIDE WEBINAR

Area Protetta: PR Mincio  |  Fonte: PR Mincio
Lycaena dispar - foto di Fausto Leandri
 
sharePrintshareMailshareFacebookshareDeliciousshareTwitter
© 2021 - Parks.it