Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

L'Area Protetta

Carta d'identità

  • Superficie a terra (ha): 200,00
  • Regioni: Veneto
  • Province: Verona
  • Comuni: Verona

 

 

Il Parco dell'Adige


Per tutti i cittadini in cerca di natura incontaminata a pochi passi dalla città...

Il 28 febbraio 2005 il Consiglio Comunale ha istituito il Parco dell'Adige quale "area naturale protetta di interesse locale", su una superficie comunale e demaniale di quasi 2 milioni di metri quadrati.
La realizzazione del Parco dell'Adige rientra tra i 19 progetti bandiera previsti dal Piano Strategico "Verona 2020". Questo pone infatti tra i suoi obiettivi la promozione di una gestione integrata delle aree verdi, nonchè l'estensione dei parchi urbani presenti nella cintura cittadina, come recepito nelle previsioni del nuovo Piano di assetto del territorio (PAT).
Gli scopi principali del Parco dell'Adige si possono così riassumere:

  • Conservazione dell'ambiente naturale e del paesaggio;
  • Miglioramento della qualità delle rive e delle acque;
  • Sviluppo del benessere della popolazione e miglioramento della vivibilità urbana: cittadini e turisti potranno usufruire di un grande spazio verde vicino al centro città;
  • Sviluppo socioeconomico per le comunità locali, valorizzazione del settore agricolo, turistico e artigianale;
  • Sviluppo di iniziative di educazione ambientale per comunicare il valore del sistema ecologico fiume-pianura.

L'area del Parco dell' Adige comprende la fascia fluviale a Nord e a Sud della città collegate da percorsi lungo il fiume: dalla diga del Chievo alle aree del Boschetto, Giarol Grande, Bosco Buri. Tale percorso avrà funzione di raccordo con il centro storico e con il sistema verde del Parco delle Mura.
La parte Nord del Parco parte dall'area pubblica del Saval, si estende nell'ansa dell'Adige e comprende l'area dell'ex scuola americana, Corte Saval, Corte Molon e Corte Lendinara per un totale di 439.350 metri quadrati.
La parte Sud comprende oltre 1 milione e 400 mila metri quadrati e va da località Boschetto fino al fondo agricolo comunale di Giarol Grande, includendo l'isola del Pestrino, il Lazzaretto Sammicheliano e il Parco pubblico Bernini Buri.
La parte di proprietà comunale del Parco è occupata soprattutto da terreni agricoli che potranno sempre essere attraversati a piedi o in bicicletta.

Forestazione

Nella primavera 2005 sono state poste a dimora 1.500 piante (quercia farnia, ontano nero, olmo campestre) nell'area denominata "Fondo Giarol Grande" situata nella parte Sud del Parco dell'Adige. La scelta delle piante rispecchia la vegetazione presente nella Pianura Padana nei secoli passati, il cosiddetto bosco planiziale. Tutto ciò è finalizzato a ricreare l'ambiente naturale originario e a ripristinare i corridoi ecologici ormai frammentati dall'uso agricolo dei terreni e dalla crescente urbanizzazione delle aree periferiche.
Il lavoro di forestazione è stato completato a fine autunno con altre 15.500 piante.
Sull'intera area, vasta circa 400.000 mq, il Settore Ambiente sta ultimando il progetto preliminare finalizzato a valorizzare e migliorare l'utilizzo pubblico del Parco. In particolare sono previsti percorsi ciclo-pedonali di collegamento fra i quartieri di Porto S. Pancrazio e S. Michele con una passerella sul torrente Pantena.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Comune di Verona