Vai alla home di Parks.it

Ficodindia dell'Etna

Ficodindia dell'Etna
Ficodindia dell'Etna
DOP - Denominazione d'Origine Protetta
PAT - Prodotti Agroalimentari Tradizionali


Per quanto attiene gli ortofrutticoli solo il Ficodindia dell'Etna ha già il riconoscimento Dop e ricade nei territori di Belpasso, Adrano, Biancavilla, Ragalna, S. Maria di Licodia. Le diversi cultivar di Opuntia ficus Indica prendono il nome dal colore della polpa e della buccia, per poter ottenere il marchio Dop le produzioni devono essere costituite per il 95% dalla cultivar gialla, rossa e bianca, la presenza di altri ecotipi non deve superare il 5%.
La denominazione dei frutti è legata al periodo di maturazione secondo il quale vengono distinti in agostani provenienti dal primo fiore, raccolti a partire dalla seconda decade di agosto, e scozzolati o bastardoni quelli di seconda fioritura raccolti dalla seconda decade di settembre fino a dicembre. Quest'ultima tipologia di frutti autunnali, ottenuti grazie alla tecnica della scozzolatura è ritenuta la più tipica della zona ed è la più apprezzata da un punto di vista organolettico.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco dell'Etna