Vai alla home di Parks.it

Parco del Circeo, taniche di benzina contro il comandante dei carabinieri forestali

Davanti agli uffici del Parco a Sabaudia lasciata anche una lettera minatoria diretta contro il comandante dei carabinieri forestali. Per Di Maio è un "Atto vigliacco"

(24 Giu 19)

Taniche di benzina e una lettera minatoria diretta al comandante dei carabinieri forestali sono stati ritrovati stamattina davanti agli uffici del Parco del Circeo. Il gesto intimidatorio, secondo gli investigatori, potrebbe essere legato ai controlli anti abusivismo sul lungomare. Le parole di Di Maio "Oggi sembra che sia avvenuto l'ennesimo atto vigliacco - scrive Di Maio - ai danni di chi ogni giorno difende la nostra sicurezza, la nostra terra e i cittadini che ci abitano". "Taniche di benzina e lettere varie non fermeranno chi ogni giorno fa il suo lavoro, al servizio dello Stato e della sicurezza delle persone - afferma il vicepremier - Sono fiducioso che le indagini condurranno all'individuazione degli autori, intanto ribadisco che ci batteremo contro tutti gli sciacalli che provano a intimorire donne e uomini che difendono il nostro Paese. Chi deve aver timore sono gli individui che si mettono contro i cittadini perbene, contro i territori e contro il nostro Paese". La solidarietà del ministro Costa "Un atto intimidatorio al Parco del Circeo. Hanno trovato taniche di benzina e una lettera indirizzata ai colleghi del Comando dei carabinieri forestali. Lettera che in queste ore sarà esaminata anche dai Ris. Un gesto volto a condizionare chi ogni giorno lavora e lotta per la tutela della legalità e dell'ambiente in una zona sotto attacco del malaffare e degli appetiti criminali". Lo ha detto il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa sul suo profilo facebook. "Nella mia vita - scrive Costa - ho condotto tante indagini contro i criminali ambientali e so che significa essere minacciati. Per questo io e il Ministero siamo al fianco dei Carabinieri Forestali che continuamente controllano e presidiano il parco. Un attentato vile. Ecco perché è urgente tutelare i parchi. Ecco perché stiamo lavorando pancia a terra, tutti i giorni, con tutte le forze politiche, per portare a casa nel minor tempo possibile le nomine, proprio a partire da quella del Circeo". "È una nuova visione quella che stiamo portando avanti: competenza, lotta contro l'illegalità e trasparenza devono viaggiare insieme. E così stiamo facendo - aggiunge Costa -. A giorni la nomina per il Circeo sarà effettiva, così come quelle di altri Parchi italiani con professionalità di alto spessore e che sapranno lavorare al servizio del bene comune e della tutela del territorio e della biodiversità. Adesso tutti gli attori concorrano ad accelerare il processo lavorando tutti insieme per il bene della collettività e dell'ambiente. Non tolleriamo attacchi criminali ai parchi".

 


Scarica

Fonte: www.rainews.it

Il Centro visitatori del Parco
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco Nazionale del Circeo