Vai alla home di Parks.it

Intimidazione ai Forestali, arriva il Ministro all'Ambiente Costa

Circeo, le indagini proseguono serrate

(25 Giu 19)

Un chiaro attacco all'Ente Parco e ai Carabinieri Forestali il che equivale ad una sfida allo Stato. A circa 24 ore dal ritrovamento delle taniche piene di gasolio agricolo fuori la sede dell'Ente e della lettera contenente le munizioni da caccia indirizzate al comandante dei carabinieri forestali Alessandro Rossi il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio, Sergio Costa ha raggiunto la sede del Parco dando così un segnale molto chiaro su come lo Stato risponderà all'intimidazione. Un confronto per parlare con il direttore dell'Ente Parco, Paolo Cassola e con il comandante del r.c.p.n. di Sabaudia Katia Ferri e più in generale con il personale che ogni giorno lavora per la tutela del territorio. Un'attività che sta dando fastidio, come sottolineato dallo stesso Ministro Costa che anche nell'ambito del suo lavoro ha conosciuto bene in passato il territorio in cui ricade il Parco del Circeo definito per l'appunto "difficile" dal punto di vista dei reati ambientali e anche per la presenza della criminalità organizzata. Presenti il Prefetto di Latina Maria Rosa Trio, il Questore Rosaria Amato ed il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi. Il ministro Costa ha voluto ripercorrere, passo dopo passo, quello che ipoteticamente è stato il "tragitto" di chi ha posizionato le taniche davanti gli uffici dell'Ente Parco e la busta contenente le cartucce a poca distanza dall'auditorium. "L'importante è che qui c'è lo Stato – ha commentato il Ministro Costa - e non è retorica. Quanto c'è lo Stato con la S maiuscola non c'è spazio per i criminali". Le indagini intanto proseguono serrate, la pista seguita dagli inquirenti potrebbe essere già ben definita ed orientata.

 


Scarica

Fonte: www.ilcaffe.tv

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco Nazionale del Circeo