Vai alla home di Parks.it

Interessante corso su caporalato e agromafie al Parco del Circeo

La riunione si è dimostrata particolarmente attenta alle questioni relative alle ecomafie del settore agricolo con particolare riferimento al mondo del caporalato come fenomeno calato nella provincia di Latina ed in altri centri italiani

(09 Dic 19)  

"Caporalato e agromafie, oltre le notizie il fenomeno e le sue ripercussioni "è stato il tema al centro dell'interessante incontro di aggiornamento, organizzato a Sabaudia dall'Associazione Stampa Romana,  nella mattinata del 6 dicembre. La riunione si è dimostrata particolarmente attenta alle questioni relative alle ecomafie del settore agricolo con particolare riferimento al mondo del capolarato ed allo sfruttamento dei lavoratori, come fenomeno calato nella provincia di Latina ed in altri centri italiani. In conseguenza del particolare argomento vi è stata una presa di coscienza da parte degli intervenuti di fronte ad una problematica talvolta poco dibattuta. Alla riunione, svoltasi presso l'Auditorium del Parco del Circeo, hanno preso parte rappresentanti del mondo del lavoro, del sindacato  e della scuola, e sono intervenuti, Fabrizio De Iorio, in veste di moderatore, Paolo Cassola per il Parco del Circeo, Fabrizio De Iorio Lazzaro Pappagallo, Segretario della Stampa Romana, Marco Omizzolo, sociologo ed esperto del settore, Cesare Sirignano, Sostituto Procuratore Antimafia, Gurmukh Singh, Presidente della Comunità Indiana del Lazio, Giuseppe Cappucci della Flai Cgil Lazio, Mauro D'Arcangeli, Direttore di Confagricoltura Latina, e Stefano Uccella del CNA Agricoltura. I lavori hanno prodotto una serie di testimonianze che hanno approfondito con particolare competenza i temi dello sfruttamento nel mondo agricolo ed in proposito i relatori hanno coinvolto i partecipanti sulla scorta di vicende collegate a racconti realistici, che sono stati riportati nella cronaca di questi tempi. Tra le testimonianze, di particolare rilievo le parole espresse dal Sostituto Procuratore Sirignano in merito all'evoluzione di questo fenomeno. Da qui l'esigenza del recupero di onestà mediante l'attivazione dei canali specifici. Esperienze sentite come nel caso di quanto accaduto al sociologo Omizzolo, cresciuto nel mondo sabaudiano ed esperto delle vicende agricole che hanno toccato la comunità indiana. Lui stesso a causa delle minacce subite è stato insignito del riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica Mattarella. Dalle relazioni espresse è stato evidenziato che da tempo le mafie hanno investito nel settore agricolo con la presenza attiva dei cosiddetti caporali. E tra i momenti attivi, meritori di apprezzamento, è stato ricordato lo sciopero svoltosi il 18 aprile 2016 e quanto ottenuto con la legge 199 con le iniziative messe in campo per affrontare soprattutto dal punto di vista deontologico la lotta al caporalato. Presenti in platea si sono fatti apprezzare gli studenti della Scuola Superiore "G. Cesare" di Sabaudia.






 


Scarica

Fonte: www.radiondablu.it

Serignano
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco Nazionale del Circeo