Vai alla home di Parks.it

Chiosco senza autorizzazione, scatta la denuncia della Forestale

Latina- Sul Lungomare la struttura era ancora aperta. Nei giorni scorsi erano arrivate diverse segnalazioni

(04 Nov 20) Non aveva i titoli per restare ancora aperto. La stagione era finita da un pezzo, oltre un mese. Gli altri chioschi invece avevano smontato ma una struttura che si trova sul Lungomare di Latina - sul lato che porta verso Rio Martino - era ancora in attività. Tanto è bastato per una denuncia a piede libero. Nei giorni scorsi ai carabinieri della Forestale della stazione di Fogliano di Latina, sono arrivati diversi esposti e segnalazioni e così i militari diretti dal tenente colonnello Katia Ferri e coordinati dal comandante Giannantonio Baratto, sono intervenuti e alla fine hanno denunciato il titolare del chiosco che deve rispondere di occupazione abusiva.
Non aveva smontato la struttura anche se il termine era scaduto a fine settembre e dagli accertamenti è emerso che l'attività era ancora aperta, anche domenica scorsa. Il proprietario si è giustificato spiegando che aveva intenzione di portare avanti un progetto eco compatibile di natura ludica e anche didattica ma alla fine per lui è scattata una segnalazione all'autorità giudiziaria.
Non è stato l'unico servizio portato a termine dal personale dei carabinieri della Forestale che al Lago di Fogliano hanno sorpreso nei giorni scorsi un uomo di 40 anni di Anzio, già noto negli archivi delle forze dell'ordine e che era andato a pescare ben 12 chili di vongole nello specchio d'acqua, violando tutta la normativa a tutela del Parco Nazionale del Circeo e commettendo un reato.
Le vongole infatti le avrebbe vendute in un secondo momento sul mercato parallelo al prezzo di venti euro al chilo. Era uno di quelli che viene chiamato «trasfertista». In passato proprio i carabinieri di Fogliano in diverse occasioni sono intervenuti a tutela dello specchio d'acqua per fermare alcuni gruppi che dalla Campania si muovevano in particolare a ridosso delle feste di Natale per la pesca di frodo. Il giro economico era molto elevato. Anche su questo fronte i controlli andranno avanti senza sosta.
Infine sempre il personale dei carabinieri della Forestale ha anche sequestrato delle reti da pesca che l'uomo ha utilizzato. I carabinieri hanno scelto il momento propizio per entrare in azione e hanno sorpreso il 40enne in flagranza proprio mentre aveva appena preso le vongole. Il pescatore di frodo alla fine è stato denunciato all'autorità giudiziaria con l'accusa di furto.


Scarica

Fonte: Latinaoggi.eu

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale del Circeo