Vai alla home di Parks.it
 

Cochlostoma canestrinii. Il mollusco della Presolana

Sebbene gli organismi viventi di maggiori dimensioni possano apparire di primo acchito i più forti, la loro mole e la loro forza non rappresentano una garanzia per la sopravvivenza: esemplare, in tal senso, il caso dei dinosauri. Invece sono spesso gli esseri più minuscoli e indifesi a sopravvivere ai cambiamenti epocali e climatici del globo terracqueo, proprio perché necessitano quasi di nulla per stare al mondo. E a pensarci bene la marcata resistenza degli organismi di dimensioni infime appare un paradosso, perlomeno se paragonato agli usi e costumi della società moderna, avvezza al possesso e al consumo di abitazioni, veicoli e oggetti sempre più voluminosi. Una tendenza che annebbia lo sguardo e la sensibilità quando si torna ad avere a che fare con il minuscolo, soprattutto nell'ambiente naturale, e genera una scarsa considerazione dei dettagli. E' il caso del Cochlostoma canestrinii, mollusco dalla conchiglia a spirale di colorazione marroncina che raggiunge a malapena le dimensioni di una nocciola, esclusivo del massiccio della Presolana. Questo vero e proprio gioiello della malacofauna italiana mostrerà al lettore da un'insolita angolazione quanto la natura sia sorprendente, meravigliosa e duratura in ogni suo aspetto, sia anche piccolissimo.
  • Autore: Enula Bassanelli
  • Pagine: 32
  • Formato: 15x21 cm
  • Anno: 2011
  • Prezzo: 2,00 €  
Cochlostoma canestrinii. Il mollusco della Presolana
Cochlostoma canestrinii. Il mollusco della Presolana
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Ente di Gestione del Parco delle Orobie Bergamasche