Vai alla home di Parks.it

Riserva Speciale del Sacro Monte di Varallo

www.sacromontevarallo.eu
Banner Locale per la promozione del territorio

Punti d'interesse

Sacro Monte di Varallo

La realizzazione del Sacro Monte si deve all'opera di celebri architetti (G. Alessi. B. Alfieri), pittori e scultori (G. Ferrari, Giovanni D'Enrico, Tanzio da Varallo, M. Prestinari, il Tabacchetti, il Morazzone). Il complesso devozionale è per data di fondazione (1491) il più antico dei Sacri Monti e, per significato artistico e religioso, uno dei più importanti.
L'area entro il recinto sacro si presenta suddivisa in due zone ben distinte. La prima, densa di piante e di verde, è organizzata come un giardino punteggiato dalla presenza delle varie cappelle. La seconda zona, sulla sommità, preceduta dalla Porta Aurea, è costituita da palazzi arricchiti da portici che si affacciano nelle due piazze del Tempio (la piazza religiosa) e dei Tribunali (la piazza civile), nell'intento di riproporre la città di Gerusalemme.


 
 

La porta d'ingresso

Una monumentale porta di ingresso si apre all'interno delle mura che delimitano il recinto antico, sottolineando le analogie fra il Sacro Monte e le città storiche. La cinta muraria e la porta segnavano il confine fra lo spazio sacro, destinato alla preghiera e al raccoglimento, e l'area circostante.

Altre informazioni


 
 
 

I complessi

  • Nazaret
    Il complesso fu costruito per aggregazione di diversi nuclei nel corso di più di un secolo.

  • Betlemme
    Il primo nucleo di questo complesso è ricordato nella guida del Sacro Monte del 1514. In uno spazio articolato erano allora poste le immagini della nascita di Gesù in una mangiatoia, dell'adorazione dei magi e della presentazione al Tempio, sculture in legno o in terracotta policrome o dipinti.

  • Palazzo di Pilato
    Un antico Palazzo di Pilato esisteva già nel XVI secolo. Il nuovo Palazzo si inserisce nella pianificazione della zona alta del Sacro Monte voluta dal vescovo Carlo Bascapè che voleva riuniti in quest'edificio i principali misteri della passione di Cristo.

  • Calvario
    L'edificio fu iniziato nel primo Cinquecento, per ospitare la cappella della Crocifissione (c. 38) inglobando parte della roccia che affiorava sulla sommità del colle. Ricordata già nel 1514, aveva allora un allestimento interno molto più semplice di quello progettato e realizzato da Gaudenzio Ferrari tra il 1517 e il 1520 circa.


 
Calvario
Calvario

La Basilica dell'Assunta

L'antica chiesa del Sacro Monte, costruita a fine Quattrocento, dedicata alla Madonna Assunta, era situata dove oggi sorge l'Albergo "Casa del Pellegrino" e con il tempo e l'accresciuta fama del Sacro Monte risultò insufficiente.
Nel 1614 si iniziò la nuova chiesa con le donazioni di Agostino Beccaria, un nobiluomo di Pavia, e le elemosine dei pellegrini. Dapprima si edificò il coro, ultimato nel 1642, dove, con una cerimonia solenne, venne trasportata dalla chiesa vecchia la statua lignea della Madonna dormiente, una delle più antiche del Sacro Monte, già documentata nel 1498, attribuita a Gaudenzio Ferrari, oggi conservata nello scurolo.

Altre informazioni


 

La salita pedonale

Lungo l'antica strada pedonale che sale dalla chiesa della Madonna delle Grazie al Sacro Monte si dispongono cinque cappelle.
La cappella della Pianaccia, in basso, era decorata in stile rococò da Antonio Borsetti, ma fu ridipinta da Andrea Bonini a fine'800. Il paliotto dell'altare è di Giuseppe Antonini (1885).

Altre informazioni


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione dei Sacri Monti