Vai alla home di Parks.it

Riserva Naturale Statale Gola del Furlo

www.riservagoladelfurlo.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Servizi

Nido con i piccoli pulli
Nido con i piccoli pulli

Servizi turistici della riserva

Passeggiate nella Gola del Furlo
Attraverso un agevole percorso pedonale, che si snoda lungo la Gola del Furlo
- guide GAE illustrano l e bellezze naturalistiche e storiche della Riserva.

  • La passeggiata della durata di 1ora e 30 minuti

Audio guide e la carta dei siti di interesse naturalistico
Un moderno strumento elettronico portatile, per proporre al visitatore un nuovo modo di rapportarsi con il territorio e conoscere le diverse peculiarità in maniera autonoma e nel pieno rispetto dei propri tempi.

Birdwatching
Speciale Aquila Reale
Come accade da molti anni l'aquila reale nidifica sulle pareti del Furlo.
Per l'occasione presso la località Grotta del Grano un esperto della Riserva sarà a disposizione di quanti interessati per illustrare la vita ed il comportamento di questo e di altri rapaci nidificanti all'interno della Gola.

Visite didattiche gratuite
La Riserva propone alle scuole delle visite guidate gratuite lungo l'apposita pista pedonale che costeggia la via Flaminia, alla sinistra orografica del fiume Candigliano, un percorso semplice, pianeggiante ricco di emozioni: il miglior modo per apprezzare le peculiarità storico-naturalistiche di questo territorio e osservare la moltitudine dei fiori e dei rapaci che vivono sulle suggestive e ripide pareti della Gola.
- maggiori informazioni

Scarica - Locandina dei servizi (PDF - 95Kb)

Informazioni: Punto IAT Riserva Naturale Statale Gola del Furlo Località Furlo di Acqualagna 0721/700041 - Numero Verde 800/028800 - E-mail: riservafurlo@provincia.ps.it - Sito web: www.riservagoladelfurlo.it

Escursioni e trekking

Servizio di visite guidate didattiche su prenotazione tutti i giorni a richiesta:
Questa proposta è rivolta a piccoli gruppi non organizzati e a gruppi organizzati con esigenze particolari quali scuole, centri di educazione ambientale, centri educativi per disabili, associazioni culturali e sportive, ecc.
Il servizio verrà attivato con numero minimo di 8 partecipanti.
Le visite si potranno svolgere nell'arco di una mezza giornata o di una giornata intera, per un numero presunto di 60 giornate (da aprile 2013 a novembre 2013). Le prenotazioni devono avvenire almeno tre giorni prima della data stabilita per la visita.
Appuntamento presso il Punto IAT Riserva Naturale Statale Gola del Furlo. Spostamento fino all'inizio del sentiero con auto propria o con bus navetta della Riserva. Obbligatorio un abbigliamento sportivo con pantaloni lunghi e scarponcini da trekking.
Il pranzo al sacco è a carico dei partecipanti.

Prenotazione escursioni
Per le prenotazioni è obbligatorio compilare la scheda e spedirla tramite fax alla Riserva Naturale Statale "Gola del Furlo" (Fax 0721/700057)
oppure è possibile portarla direttamente presso la sede della Riserva Naturale Statale "Gola del Furlo" in via Flaminia 36, Località Furlo di Acqualagna
Per maggiori informazioni rivolgersi al Punto IAT Riserva Naturale Statale Gola del Furlo tel. 0721/700041 - Numero Verde 800/028800

Bosco di Pan
Bosco di Pan
Bosco di Pan
Bosco di Pan
Bosco di Pan
Bosco di Pan

Bosco di Pan

In piena sintonia con il ruolo dei Parchi nazionali, l'Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino - Riserva Naturale Statale Gola del Furlo lavora per aumentare la consapevolezza e l'attenzione sulle tematiche ambientali e sull'importante ruolo delle Aree Protette nella conservazione delle risorse naturali e della cultura dei luoghi, potenziando l'accesso all'informazione, alle esperienze e al territorio coinvolgendo tipologie di turisti/persone quanto più ampie e diversificate possibili.
Con i suoi 3.600 ettari di eccellenze e peculiarità naturalistiche, archeologiche e antropologico-culturali, la Riserva "Gola del Furlo" rappresenta uno straordinario scrigno dell'entroterra pesarese, ricco di preziosità da esplorare, conoscere e con le quali emozionarsi!
In collaborazione con il Consorzio Terre Alte (consorzio di cooperative sociali che da anni opera sul territorio per promuovere una cultura dell'accoglienza turistica) nasce il progetto denominato Il Bosco di PAN quale occasione per tutti di vivere in maniera positiva il proprio tempo libero all'insegna della non discriminazione e dell'eguaglianza delle opportunità ed inclusione sociale in tutti gli ambiti della vita. Il progetto punta alla realizzazione di alcuni servizi turistici, ricreativi ed educativi i cui requisiti fondanti sono la facilità di accesso e l'innesco di emozioni forti e indimenticabili per tutti!!

L'idea di chiamare Bosco di Pan un progetto teso ad avviare sul territorio un processo culturale di miglioramento dell'accoglienza turistica, attraverso l'avvio di un programma di servizi turistici-ricreativi-educativi alla portata di tutti nasce da una doppia riflessione:

  • PAN dal sentimento panico di G. D'Annunzio che considerava la natura come un'entità viva e in perenne movimento, con cui l'uomo può fondersi in un contatto tanto intenso da sentirsene parte integrante
  • PAN come acronimo di Preziosi Angoli di Natura intesi come quei Luoghi fortemente rappresentativi dell'area protetta in grado di evocare forti emozioni, stimolare la curiosità e motivare all'esplorazione

La Gola del Furlo è un contenitore straordinario di luoghi preziosi (sia naturali che umani) in grado di suscitare stupore, meraviglia, entusiasmo in tutti i visitatori indipendentemente dall'età, interessi e abilità. Il Bosco di Pan partendo proprio da questi presupposti punta a proporre esperienze concrete ed emozionali in contatto diretto/mediato con la natura e la cultura del luogo al fine di garantire il diritto alla fruibilità e alla visitabilità del territorio da parte di tutti. In modo particolare da parte di quella fascia di persone che vive, in modo diretto o indiretto, situazioni di disagio ed emarginazione causate da una autonomia ridotta o da limitate energie disponibili.
Garantire ad un numero di turisti/persone quanto più ampio possibile la facilità di accesso alle esperienze di volta in volta proposte è dunque l'obiettivo prioritario del progetto, tuttavia se è vero che l'accessibilità al territorio è un diritto di tutte le persone, indipendentemente dall'età e dalle condizioni psico-fisiche, è altrettanto vero che la tutela della natura rappresenta il primo fine dell'istituzione delle aree protette e non può, pertanto, mai essere sottovalutato o trascurato. Pertanto il progetto non prevede interventi "invasivi" o "prevalenti" tesi ad aumentare la fruibilità dell'area protetta, quanto piuttosto esperienze, strumenti comunicativi ed educativi tali da facilitare l'accesso all'esperienza e un contatto diretto o mediato con il luogo.

Per Chi
Le iniziative si rivolgono a tutti coloro che abbiamo la curiosità, il desiderio o la necessità di vivere esperienze (turistico-ricreative e socio-educative) in ambienti naturali o culturali significativi.
Ci rivolgiamo a turisti in generale, alle famiglie, a bambini, ad anziani, ad Associazioni, a Centri Diurni, a Centri di Educazione Ambientale, ad Enti del pubblico e del privato, a Cooperative Sociali, a Centri di Aggregazione Giovanile, alle Scuole…

Tipologie di attività

  • Turistico-ricreative
    Per famiglie e turisti in generale, sono esperienze di esplorazione e scoperta dei luoghi preziosi della Riserva del Furlo, semplici passeggiate dove le suggestioni del luogo evocano pensieri, sensazioni ed emozioni indimenticabili
  • Socio-educative-ricreative
    Per scuole, Centri diurni, gruppi organizzati, sono straordinarie avventure educative con le quali crescere, aumentare la propria autostima, migliorare le proprie abilità e capacità… e il tutto in ambiente naturale e in un contesto di integrazione 

PDF Modulo di prenotazione (53Kb)

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Provincia di Pesaro e Urbino