Vai alla home di Parks.it

L'Area Protetta

Carta d'identità

  • Superficie a terra (ha): 1.600,00
  • Regioni: Sicilia
  • Province: Trapani
  • Comuni: Castellammare del Golfo, San Vito Lo Capo
  • Provv.ti istitutivi: LR 98 6/05/1981 - D.A.R. 09/05/88
  • Elenco Ufficiale AP: EUAP0382

 

 

La Riserva Naturale Orientata Zingaro

Lo Zingaro è un vero paradiso della natura per la grande varietà di ambienti naturali presenti sui suoi 1.600 ettari. La costa si apre sul mare con muraglioni calcarei alti e frastagliati, interrotti da calette, anfratti rocciosi e grotte. L'altitudine delle sue vette varia dai 610 m s.l.m. di Pizzo Passo del Lupo ai 913 di Monte Speziale.

Ulteriori informazioni

Il Territorio

Lo Zingaro ha una superficie di 1650 ettari, una fascia litoranea di circa 7 Km, formata da una costa rocciosa di calcari del Mesozoico, intercalata da numerose calette e caratterizzata da strapiombanti falesie che da un'altezza massima di 913 mt. (Monte Speziale) portano rapidamente al mare.
La struttura geopedologica è rappresentata da formazioni calcarenitiche quaternarie e soprattutto da rilievi mesozoici di natura calcarea dolomitica. La morfologia del paesaggio presenta forme aspre e accidentate. I terreni costituenti la riserva sono il risultato dell'intrecciarsi dell'attività umana e dell'evoluzione della natura, infatti, fino a poco tempo fa ogni superficie, se pur piccola, era coltivata a scopo agricolo.

La Flora

Nella riserva sopravvivono radi lembi di vegetazione arborea costituita soprattutto da lecci (sulle pendici settentrionali di Monte Passo di Lupo e, in piccoli nuclei, nelle contrade Acci e Uzzo, a Pizzo dell'Aquila e Cala del Varo): a questi alberi troviamo associati l'orniello, l'asparago pungente, il pungitopo, alcune piante lianose come il tamaro, lo stracciabrache, la robbia selvatica e l'edera, oltre al ciclamino primaverile, alla bellissima rosa peonia e ad alcune piccole felci.

Ulteriori informazioni

La Fauna

Negli ambienti più aperti, là dove dominano pendii scoscesi e pietraie, si trovano molti rettili: piccoli come il geco e l'emidattilo (formidabili arrampicatori di pareti verticali grazie alle sottili lamelle uncinate presenti sotto le dita), o il gongilo ocellato, simile ad una lucertola dalle corte zampette, o le due specie di lucertola (la siciliana e la campestre).

Ulteriori informazioni

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali