Vai alla home di Parks.it

Opere compensative per la realizzazione del Sistema Viabilistico Pedemontano nella valle del torrente Lura

(Cadorago, 04 Apr 18) Il Consorzio Parco del Lura è stato individuato dai Comuni di Cermenate, Bregnano, Rovellasca e Lomazzo come Ente attuatore degli interventi compensativi nei rispettivi territori comunali per la realizzazione del Sistema Viabilistico Pedemontano, che come noto oltre all'autostrada comprende le opere viabilistiche ad essa connesse.

Partendo dal Masterplan "Un parco per la città infinita" redatto dal Politecnico di Milano per conto di Autostrada Pedemontana Lombarda s.p.a. ed i relativi progetti definitivi, le Amministrazioni hanno espresso la volontà di prevedere una nuova progettazione unitaria degli interventi locali sollecitando in più occasioni Regione Lombardia e C.A.L. in merito all'attuazione del progetto compensativo della Greenway affinchè sia rapidamente individuato anche il "soggetto" istituzionale di livello sovracomunale indicato nella delibera CIPE n. 97/2009 (rif. prescrizione n. 64) a cui affidare la proprietà dell'opera ed il compito di provvedere alla sua gestione e manutenzione nel tempo.

La progettazione unitaria redatta dal Consorzio Parco del Lura in nome e per conto delle Amministrazioni è risultata coerente con le finalità degli interventi di compensazione ambientale e di salvaguardia dell'ambiente definiti e approvati dal CIPE e pertanto sono state firmate le convenzioni tra i Comuni e Autostrada Pedemontana Lombarda s.p.a.. Le Amministrazioni hanno poi assegnato al Consorzio Parco del Lura il ruolo di realizzare la progettazione e le opere ambientali autorizzate ed identificate come Progetto Locale n. 9 e n. 10 e la Misura Compensativa n. 11. Il budget ambientale a disposizione dei Comuni è pari ad un importo complessivo di oltre 3.2 milioni di € (Cermenate € 481.000, Bregnano € 1.010.553,25, Lomazzo € 1.474.366,37 e Rovellasca € 272.739).

Gli interventi si configurano all'interno di un quadro di progettualità complessiva sul sottobacino della Valle del Torrente Lura dove sono stati individuati progetti multiobiettivo che restituiscano al corso d'acqua il ruolo di elemento centrale dell'urbanizzato. Questo insieme di iniziative, strettamente correlate con il potenziamento, l'adeguamento e la riqualificazione delle infrastrutture di drenaggio urbano e di depurazione delle acque reflue, concorrono a realizzare lungo l'asta fluviale un intervento di riqualificazione organico che guarda al territorio nella sua interezza. Il quadro di riferimento strategico, condiviso tra i vari attori istituzionali, prevede attuazioni e fasi di sviluppo per lotti funzionali coerentemente con il reperimento delle necessarie risorse finanziarie, coerentemente al Piano d'Azione del Contratto di Fiume recentemente approvato da Regione Lombardia con D.G.R. X/7565 nella seduta del 18.12.2017.

La realizzazione del corridoio ecologico – fruitivo in Comune di Cermenate tra il Parco del Lura ed il Parco della Brughiera Briantea, da pochi giorni diventato Parco delle Groane, è stato appaltato e le opere sono state avviate in data 8.01.2018. L'importo complessivo dei lavori è pari a 925.000 € di cui 481.000 € finanziati da Autostrada Pedemontana Lombarda s.p.a. e la restante parte da Fondazione Cariplo e Comune di Cermenate. L'intervento prevede la realizzazione di una infrastruttura definibile come greenway, dove le dotazioni di opere a verde (filari, fasce arbustive, prati, aree umide) accompagnano un percorso ciclocampestre di collegamento tra aree protette di più ampia estensione. Importante a garantire la continuità fruitiva ed ecologica è la realizzazione di un sottopassaggio alla Strada Statale dei Giovi che costituisce barriera fisica invalicabile per garantire una continuità est-ovest. La durata dei lavori è di circa sei mesi.

Ma cosa sono i corridoi ecologici?  E perché è importante la loro conservazione?

I corridoi ecologici sono infrastrutture verdi che collegano aree naturalistiche ricche di biodiversità permettendo il transito delle specie animali e vegetali. Infatti, esattamente come gli uomini, anche animali e piante per poter soddisfare le proprie esigenze vitali hanno bisogno di potersi spostare nell'ambiente per nutrirsi, riprodursi e trovare rifugio. L'espansione dell'urbanizzazione ha compromesso gravemente gli habitat naturali, riducendoli o frammentandoli: per garantire quindi la sopravvivenza delle specie è necessario non solo conservare gli habitat, ad esempio attraverso l'istituzione di Aree Protette, ma anche e soprattutto garantire il mantenimento delle connessioni reciproche, senza le quali i Parchi diventerebbero delle "isole ecologiche" con scarsa biodiversità.

Gli interventi per il potenziamento del corridoio ecologico tra il Parco del Lura ed il Parco della Brughiera Briantea consistono nella:

-          creazione di un'area umida come habitat per fauna e flora;

-          formazione di barriere faunistiche lungo le infrastrutture;

-          realizzazione di tunnel ed attraversamenti faunistici e ciclo-pedonali;

-          piantumazione di siepi e filari, nonché miglioria di boschi esistenti;

-          creazione di un percorso ciclopedonale di connessione fra le reti sentieristiche dei due Parchi.

Il progetto per la realizzazione delle opere nei Comuni di Bregnano, Rovellasca e Lomazzo, di cui è in corso di affidamento lo sviluppo della progettazione definitiva, va nella direzione di realizzare un sistema complesso di fruizione del territorio, di connessione tra il Parco del Lura e i centri urbani e i punti di eccellenza e di accessibilità del territorio, in particolare fra i poli attrattori, stazioni, plessi scolastici, servizi, aree verdi pubbliche urbane, attraverso una strategia complessiva sui margini urbani e gli accessi al parco. Il sistema della mobilità dolce è integrato con un sistema di opere a verde, di carattere paesaggistico ed ecologico tra cui nuovi boschi, siepi, filari, prati, tutte opere fondamentali per questo territorio.    

Il progetto mette a sistema una serie di strategie elaborate negli ultimi anni e cerca di attuare, in un quadro di coerenza, alcune opere fondamentali di completamento, o di innesco di più ampi progetti.

Il progetto si sviluppa ad ovest della valle del Lura nei comuni di Lomazzo e Rovellasca ed ad est della valle nei comuni di Rovellasca e Bregnano. Ad ovest il progetto interessa l'ampia zona agricola fra il bosco della Moronera e il tracciato ferroviario e realizza un grande anello di fruizione dell'area recentemente inserita nel Parco del Lura, toccando il complesso terziario avanzato di Como NEXT - parco pubblico dell'ex Cotonificio Somaini,, il bosco della Moronera, il sottopasso ferroviario in progetto previsto a Manera. I percorsi si innervano, poi, in ambito più urbano a connettere la stazione e le scuole. A Rovellasca si prevede il completamento di una connessione fra il centro storico, il parco Burghè, Villa Crivelli, il polo scolastico e sportivo e la ciclabile per Lazzate. Mentre a Bregnano il percorso ciclocampestre tra il Parco del Lura e i boschi del Battù prosegue nella realizzazione di una sorta di circonvallazione verde di connessione fra l'abitato e la valle del Lura.

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Consorzio Parco del Lura