Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

www.gransassolagapark.it

Per Life “M.I.R.Co-lupo” i dépliant informativi in “carta pietra”

Un impegno per l’economia circolare e la sostenibilità

(Assergi, 30 Ott 19) Se i progetti Life finanziati dalla Commissione Europea sono naturali avamposti per disseminare pratiche di sostenibilità ambientale, il progetto "M.I.R.Co-lupo" innova sensibilmente su questo fronte, sperimentando, primo LIFE in Italia, la produzione di materiali informativi in "stone paper", carta pietra cioè, che, come suggerisce il nome, non deriva dal taglio degli alberi ma dal riciclo delle polveri prodotte nelle cave di pietra. Una scelta e un impegno concreto del progetto a favore dell'economia circolare.

Si tratta – spiega Simone D'Alessandro di CARSA, la società abruzzese, partner di progetto, che si occupa della comunicazione di "M.I.R.Co-lupo" – di una carta particolare, estremamente resistente agli strappi e con un gradevole effetto vellutato; è inoltre impermeabile, resistente al grasso e lavabile, perché idrorepellente al 100%. E' composta all'80% di pietra, cioè di carbonato di calcio, con una piccola quantità di polietilene ad alta densità  usato come legante e non tossica. Una vera rivoluzione nell'ambito dell'economia circolare, perché adottare stone paper significa prediligere una carta che non comporta l'abbattimento di alberi, né utilizzo di acqua per la sua produzione".

La stone paper è stata scelta per la produzione del dépliant informativo dedicato alle comunità dell'area del Gran Sasso e dei Monti della Laga. Uno strumento divulgativo agile che, con linguaggio semplice illustra il fenomeno dell'ibridazione e fornisce raccomandazioni pratiche sull'importante ruolo che allevatori e cittadini possono giocare per condividere con il Progetto un impegno che porta reciproci vantaggi. Si tratta, infatti, di attenersi a poche semplici regole riguardanti la custodia dei cani da guardiania e d'affezione e lo smaltimento di carcasse e resti alimentari. Ciò al fine di evitare di richiamare lupi e cani vaganti nelle vicinanze di abitazioni ed aziende zootecniche, facilitando l'ibridazione tra cane e lupo.

L'introduzione della "stone  paper" costituisce un importante segnale di attenzione nei confronti dell'impatto ambientale dei previsti strumenti di comunicazione a stampa del Life e rafforza la dimensione, per tanti aspetti già fortemente innovativa, del progetto "M.I.R.Co-lupo", che rappresenta oggi un avamposto di conoscenze e di interventi efficaci  e lungimiranti per la tutela del grande predatore.

Il progetto LIFE M.I.R.Co-lupo, realizzato con il contributo del Programma LIFE 2014-2020, è coordinato dal Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano in partenariato con il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, l'Arma dei Carabinieri, l'Istituto di Ecologia Applicata di Roma, oltre alla citata Società di editoria e comunicazione Carsa

L'obiettivo principale del progetto è quello di assicurare migliori condizioni di conservazione per il lupo, agendo su alcuni elementi di minaccia di origine antropica e legati, in particolare, al fenomeno del randagismo canino.

 PDF Ibridazione tra lupo e cane, un problema da non sottovalutare (5,8Mb)

Copertina Depliant in distribuzione
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga