Vai alla home di Parks.it

Riunito il Consiglio di Amministrazione della Banca del Germoplasma dei Nebrodi

Ferlito: riprogrammiamo le azioni di tutela della biodiversità vegetale

(Caronia, 27 Apr 20) Riunito il Consiglio di Amministrazione della Banca del Germoplasma Vegetale dei Nebrodi, creata dal'Ente  Parco  con il supporto tecnico e scientifico del dipartimento di Scienze Biologiche dell'Università di Palermo – socio del Consorzio della Banca - , per tutelare la biodiversità vegetale dei Nebrodi .

Con le ormai consuete modalità telematiche, l'Ente si sta riorganizzando per provvedere non solo agli adempimenti di tipo amministrativo, ma anche per riorganizzare azioni di tutela della biodiversità vegetale.

In questo senso quindi si è svolta preliminarmente l'approvazione del bilancio consuntivo 2019 e del bilancio preventivo 2020 con  relativi allegati.

Presenti i componenti del Consiglio di Amministrazione Luca Ferlito, Commissario  del Parco,  Felice Genovese, agronomo  e Cristina Salmeri, professore associato di Botanica presso l'Università di Palermo, Dipartimento STEBICEF (Dipartimento Scienze tecnologie e chimica farmaceutica).

La Banca, pur condizionata dall'emergenza COVID-19  sta riprogrammando  le iniziative formative, promozionali e divulgative che sono sempre state organizzate in  primavera. L'ipotesi giù utilizzata con successo in questi giorni parte dall'ampliamento dell'utilizzo della rete social per arrivare ad una piattaforma di tipo formativo-informativo.

Peraltro, la proposta del Consiglio di Amministrazione,  è di provvedere a raccogliere e catalogare il germoplasma delle specie selvatiche dei Nebrodi, in aggiunta alle analoghe azioni già proficuamente  adottate per le cultivar di fagiolo nonché delle cultivar dei frutteti locali ed in particolare di melo, pero, fico, nocciolo, ciliegio, mandorlo.

Prevista invece per la sezione "Giardino" un  nuovo spazio dedicato alle piante officinali. Annunciata dal Direttore Ignazio Digangi anche  l'adesione alla  Rete Italiana Banche del germoplasma per la conservazione ex situ della flora spontanea italiana.

FOTO:ARCHIVIO EPN

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco Naturale Regionale dei Nebrodi