Vai alla home di Parks.it
Banner Locale per la promozione del territorio

L'Area Protetta

Carta d'identità

  • Superficie a terra (ha): 3.980,27
  • Regioni: Piemonte
  • Province: Biella, Novara, Vercelli
  • Comuni: Benna, Brusnengo, Candelo, Castelletto Cervo, Cavaglio d'Agogna, Cavallirio, Cossato, Cureggio, Fontaneto d'Agogna, Gattinara, Ghemme, Lenta, Lozzolo, Massazza, Masserano, Mottalciata, Roasio, Romagnano Sesia, Rovasenda, Salussola, Verrone, Villanova Biellese
  • Provv.ti istitutivi: L.R. 19 29/6/2009
  • Elenco Ufficiale AP: EUAP0349

 

 
Fioritura di brugo in Baraggia
Paesaggio di Baraggia

Riserva Naturale delle Baragge

Con il termine "baraggia" viene indicato un ambiente boscoso con esemplari più o meno radi di querce, betulle, carpini, con sottobosco di brugo, che si estendeva un tempo sui terrazzi marginali della pianura piemontese da Biella fino al Ticino. La riserva tutela alcuni nuclei della Baraggia originaria, in passato molto estesa e oggi ridotta ad alcune 'isole' a causa dell'intensa opera di bonifica che ha favorito la risicoltura.
Di notevole interesse naturalistico sono i popolamenti faunistici tipici del territorio baraggivo, in particolare l'entomofauna con specie rare ed endemiche; tra queste si ricordano i coleotteri carabidi endemici: Agnonium livens, A. ericeti, Bembidion humerale, il coleottero Catops westi, un catopide presente soltanto in un'altra stazione in Italia, e il lepidottero Coenonympha oedippus molto raro e localizzato.

Ulteriori informazioni

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore