Vai alla home di Parks.it
 

Nell'AMP Torre del Cerrano due giorni di attività e seminari dedicati ai cambiamenti climatici e per fare il punto sui progetti in corso - 17 e 18 giugno 2022

(Pineto-Silvi, 15 Giu 22) Adriatic Seaside Festival è il nome della due giorni in programma nell'AMP Torre del Cerrano per i prossimi 17 e 18 giugno 2022 in occasione della giornata mondiale contro la desertificazione. Tutti i ricercatori delle varie università che collaborano con l'AMP sono stati invitati a un seminario sui cambiamenti climatici dal titolo "Climate change, and the impact of anthropic activity on the coastal marine environment" per fare il punto sulle tante progettualità in corso. Le mattinate delle due giornate saranno dedicate a attività sportive e formative: il 17 giugno alle 8 ci sarà attività di snorkeling con il raduno dei partecipanti all'Info Point (ingresso sottopasso Torre Cerrano), e briefing di sicurezza, archeologia e biologia per vivere una esperienza alla scoperta di habitat e organismi marini con esplorazione a pelo d'acqua con maschera, pinne e boccaglio. Alle 9 del 18 giugno è in programma un tour guidato denominato "Plastic Free day" ovvero un laboratorio educativo all'uso sostenibile dell'ambiente marino e costiero e al problema dei rifiuti di plastica. Il raduno dei partecipanti è previsto all'Info point (ingresso sottopasso Torre Cerrano) e briefing tecnico, l'attività inizierà alle 9,15.
I posti sono gratuiti e limitati, per partecipare si può scrivere una mail a guidedelcerrano@gmail.com o contattare il 335.79.30.903.
Per partecipare ai seminari pomeridiani, che sono online, ci si può collegare a: http://meet.google.com/rsj-vvtb-awu

Nel pomeriggio del 17 giugno, dalle 16,30, dopo l'introduzione e i saluti di benvenuto del Presidente Area Marina Protetta Torre del Cerrano, Fabiano Aretusi, dei sindaci di Pineto e Silvi, rispettivamente Robert Verrocchio e Andrea Scordella, per i saluti sono stati invitati anche il consigliere della Provincia di Teramo con delega all'AMP, Enio Pavone e l'onorevole Ilaria Fontana, Sottosegretaria di Stato al Ministero della Transizione Ecologica. I relatori che parteciperanno a questa prima sessione sono: Piero Di Carlo, dell'Università degli Studi G. D'Annunzio sul tema "Impatto del cambiamento climatico sulle risorse idriche: dalla scala globale a quella locale"; Luca Parlagreco e Saverio Devoti dell'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) spiegheranno le "risultanze dei primi 6 anni di video-monitoraggio costiero nell'ambito del progetto COPEMAP (Coastal Protection and Resilience Monitoring in Natural Protected Areas): il caso della spiaggia di Torre del Cerrano"; Maria Carla De Francesco, dell'Università degli Studi del Molise affronterà il tema dell'"Adattamento e mitigazione dei sistemi costieri ai cambiamenti climatici"; Paola Puoti e Ferdinando Franceschelli dell'Università degli Studi G. D'Annunzio parleranno delle "Migrazioni indotte dai cambiamenti climatici nel diritto internazionale".

Il 18 giugno, alle 16,30 ci sarà la seconda giornata del seminario sui cambiamenti climatici con il Secondo Panel: "Impact of anthropic activity on the coastal marine environment". Interverranno: Carmela Vaccaro e Elena Marrocchino, dell'Università di Ferrara sui "Marker geochimici e isotopici per l'analisi e mitigazione di impatti della carenza idrica, consumo di suolo e desertificazione"; Francesco Palermo, dell'Università degli Studi di Camerino su "Alterations of gene expression indicating effects on estrogen signaling and lipid homeostasis in seabream hepatocytes exposed to extracts of seawater sampled from a coastal area of the central Adriatic Sea (Italy); Marcello Di Risio, dell'Università degli Studi dell'Aquila relazionerà sulla "Gestione dei sedimenti a scala di bacino: quantità e qualità"; Davide Marino e Angelo Marucci dell'Università degli Studi del Molise affronteranno il tema della "Contabilità ambientale e servizi ecosistemici strumenti di gestione dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano"; Pietro Giorgio Tiscar dell'Università degli Studi di Teramo parlerà del "Monitoraggio marino come elemento di sviluppo del territorio"; Francesco Tozzi dell'Università degli Studi del Molise interverrà sulla"Problematica del beach litter lungo le coste di Abruzzo e Molise"; Andrea Di Blasio dell'Università degli Studi G. D'Annunzio parlerà dell'"effetto della natura sulla salute psicofisica dell'uomo"; Sergio Guccione del Centro Studi Cetacei parlerà degli "Animali marini protetti e attività antropiche: focus sul progetto LIFE Delfi".

"In occasione della giornata mondiale contro la desertificazione, che ricorre il 17 giugno - dichiara il Presidente Aretusi - abbiamo voluto organizzare queste due giornate per fare il punto sulle numerose progettualità che stiamo portando avanti nella nostra Area Marina Protetta. Abbiamo quindi invitato tutti i ricercatori delle varie università e realtà con le quali collaboriamo e li ringrazio per la loro disponibilità a intervenire. Un ringraziamento va anche alle Guide del Cerrano per le attività del mattino".


Allegati:
Nell'AMP Torre del Cerrano due giorni di attività e seminari dedicati ai cambiamenti climatici e per fare il punto sui progetti in corso -  17 e 18 giugno 2022
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Consorzio di Gestione dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano